fbpx

Il cashless è discriminatorio per i poveri: Amazon cede al contante - 1

Dopo aver ricevuto una serie di lamentele, con l’accusa di discriminare i cittadini senza carta di credito, i poveri, Amazon pare abbia deciso che all’interno dei suoi punti vendita Amazon Go si potrà pagare anche in contanti.  La notizia è stata data da CNBC e confermata dal gigante di proprietà di Jeff Bezos. Non si sa ancora come il colosso dell’eCommerce effettuerà questo cambiamento all’interno dei punti vendita Amazon Go. L’unica cosa certa è che arriveranno nuove forme di pagamento che permetteranno anche di pagare in contanti.

amazon go

Come funziona un negozio Amazon Go

Nei negozi Amazon Go gli acquirenti utilizzano un’app sullo smartphone per entrare in negozio, prendono cià che gli serve ed escono senza procedere personalmente al pagamento. Una serie di sensori, videocamere tecnologicamente avanzate e algoritmi di elaborazione molto complessi rilevano gli acquirenti e fatturano la spesa senza che il compratore intervenga nella linea di pagamento.

Sorgente: Il cashless è discriminatorio per i poveri: Amazon cede al contante – Ninja Marketing · la piattaforma italiana per la digital economy

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply