fbpx

Qual è la migliore macchina fotografica?

Quella che si adatta meglio alle tue esigenze!“. Non esiste la migliore fotocamera in assoluto, l’unica cosa di cui si può discutere una volta individuata la tipologia di fotocamera è quale sia la migliore in base al rapporto qualità-prezzo a seconda del nostro budget.

Per soddisfare le molteplici esigenze di fotoamatori e professionisti esistono numerosi tipi di macchina fotografica.

Fotocamera Compatta

Guida ai differenti tipi di fotocamera digitale - Corso di Fotografia Digitale 1

Caratteristica comune a tutte le compatte, come suggerisce il nome, è la loro grande trasportabilità dovuta alle loro dimensioni ridotte e alla loro leggerezza.

Compatte di fascia bassa

Le compatte sono anche conosciute come fotocamere punta e scatta. Questa definizione è particolarmente azzeccata per le compatte di fascia medio bassa (entry-level) il cui unico scopo è quello di permettere anche ad un principiante di realizzare delle fotografie.

Quasi tutte le compatte più economiche sono dotate di funzioni manuali per poter fare pratica con la tecnica fotografica e avere maggiore controllo sulla scena. Solitamente sono anche dotate di un flash incorporato e di un obiettivo zoom.

Le fotocamere compatte entry level hanno un sensore molto piccolo e ottiche di scarsa qualità, per tal motivo il mercato delle compatte di fascia bassa è stato completamente cannibalizzato dagli smartphone, i quali, oltre ad avere fotocamere sempre più sofisticate hanno il grande vantaggio di poter condividere in tempo reale sul web le foto scattate.

Le compatte di fascia medio bassa hanno un prezzo massimo di circa 250 euro, mentre quelle di fascia media vanno dai 250 ai 500 euro, per esempio su Amazon sono disponibili numerosi modelli al seguente link: Fotocamere digitali compatte fino a 500 euro.

Compatte di fascia alta

Se ad oggi ha poco senso comprare una fotocamera di fascia bassa ha invece senso per un fotoamatore e anche per un professionista investire in una buona compatta di fascia alta. Questo perché non è sempre possibile portarsi in giro la fotocamera con cui si lavora, come l’esperienza mi ha insegnato, le scene migliori capitano sempre quando non si ha la fotocamera con se!

Questa tipologia di fotocamere permette un controllo totale delle regolazioni della fotocamera, permettendo addirittura, in alcuni modelli, la messa a fuoco manuale con un apposito anello sull’ottica.

Le compatte top di gamma si distinguono da quelle di fascia inferiore perché montano un sensore da almeno 1″, esistono compatte che montano addirittura sensori micro 4/3, APS-C e Full-Frame.

Oltre che per il sensore queste compatte si distinguono fra di loro per l’ottica, alcune possiedono zoom ad elevata escursione focale, altre invece montano zoom con un’escursione focale molto ridotta se non addirittura delle ottiche fisse per offrire il massimo della qualità di immagine. Il discorso sulle ottiche lo andrò ad affrontare nello specifico nei capitoli successivi di questo corso di fotografia, per adesso sappiate solo che maggiore è l’escursione focale di un obiettivo maggiori saranno i compromessi ottici a cui andrà incontro, che detto in parole povere, maggiore è la versatilità di un’ottica minore sarà la sua qualità.

Le compatte top di gamma con uno zoom spinto essendo molto versatili sono generalmente indicate per chi ama viaggiare e vuole portare a casa foto con una qualità superiore a quella di uno smartphone ma non avere il peso di una fotocamere reflex o mirrorless.

Le compatte top di gamma a ottica fissa o con uno zoom ridotto puntano tutto sulla qualità dell’immagine, generalmente sono usate da chi ci tiene a ricavare ottime foto anche in condizioni di scarsa luminosità, questo perché le ottiche fisse e gli zoom a escursione focale ridotta sono in genere molto luminosi, ovvero permettono di aprire maggiormente il diaframma rispetto a ottiche con zoom più spinti.

Le compatte di fascia alta hanno un prezzo generalmente non inferiore ai 500 euro, per esempio su Amazon sono disponibili numerosi modelli al seguente link: Fotocamere digitali compatte da 500 euro in su.

Compatte rugged

Guida ai differenti tipi di fotocamera digitale - Corso di Fotografia Digitale 2

Una voce a parte meritano le compatte rugged, come suggerisce il termine “rugged” che in italiano vuol dire letteralmente “duro”, sono fotocamere pensate per chi deve fotografare in condizioni estreme, perché sono in grado di resistere a urti, cadute, polvere e acqua.  Quando parlo di resistenza all’acqua intendo dire che una compatta rugged è capace di realizzare anche foto sott’acqua.

Fotocamera Bridge

Guida ai differenti tipi di fotocamera digitale - Corso di Fotografia Digitale 3

Fotocamere dall’aspetto accattivante che spesso richiamano quello di un reflex, anche se di fatto non sono altro che delle compatte dotate di un obiettivo super zoom, ovvero un’ottica che spazia dal grandangolo fino al tele spinto. Trovo queste macchine fotografiche molto comode per fare pratica, poiché permettono di fare tutto (e male) privilegiando la versatilità rispetto alla qualità. Io stesso ho iniziato la mia avventura nel mondo della fotografia con una fotocamera bridge, la Kodak P850.

Fotocamere Bridge in offerta su Amazon al link: Lista Bridge.

Fotocamera Istantanea

Guida ai differenti tipi di fotocamera digitale - Corso di Fotografia Digitale 4

Le fotocamere istantanee sono in grado di stampare foto subito dopo lo scatto. Fu la Polaroid Corporation a introdurre per prima questo tipo di fotocamere sul mercato nel 1948, per questo motivo ad oggi è di uso comune chiamare tutte le fotocamere istantanee “Polaroid”.

Fotocamere Istantanee in offerta su Amazon al link: Lista Istantanee.

Fotocamera a 360°

Guida ai differenti tipi di fotocamera digitale - Corso di Fotografia Digitale 5

Come suggerisce il nome, questa tipologia di fotocamere ci permette di realizzare foto immersive, alcune adottano una doppia fotocamera per un’immersione totale, altre un obiettivo semisferico. Come le videocamere action, alcune di esse sono tropicalizzate, resistenti agli urti e permettono il montaggio su molte superfici, ad esempio su auto, caschi o droni.

Piattaforme come Google Street View e social come Facebook ne permettono la condivisione offrendo la possibilità all’utente di “navigare” in esse.

Continua su: Guida ai differenti tipi di fotocamera digitale – Corso di Fotografia Digitale

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90.È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello.Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo.Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII.È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply