fbpx

IKEA celebra la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, con un nuovo progetto in difesa dei diritti LGBTI

Per la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, IKEA lancia la campagna #FateloACasaVostra, un nuovo progetto che celebra il diritto e la libertà di essere se stessi.

L’azienda torna a insistere sui temi LGBT+, sul concetto di famiglia moderna e sull’idea di casa come luogo inclusivo, non stereotipato e basato sulle relazioni. Già lo scorso marzo aveva preso posizione al Congresso Mondiale delle Famiglie di Verona pubblicando un video reactive sui social.


Equalitydiversity e inclusion alla base della visione strategica del colosso svedese, che ancora una volta scende in campo per difendere le persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e di ogni orientamento sessuale e identità di genere.

La campagna #FateloACasaVostra e la special edition di Frakta

Ancora oggi molte persone hanno difficoltà a condividere i gesti più semplici di affetto in pubblico, per la paura di scatenare sguardi indiscreti e parole discriminatorie come “fatelo a casa vostra”. Il lancio della campagna, realizzata in collaborazione con l’agenzia We Are Social, è accompagnato da un video emozionale.

IKEA

Un mini film, comparso oggi sui canali italiani, racconta la storia di 9 persone che hanno vissuto realmente episodi di discriminazione e ritornano sui luoghi dove si sono sentite a disagio.

Continua su: IKEA lancia la campagna #FateloACasaVostra per la giornata mondiale contro l’omofobia

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply