fbpx

A partire dall’1 luglio 2019 Google attiverà il Mobile First Indexing di default per tutti i siti web.

Prima di affrontare i cambiamenti che l’utilizzo di questa nuova modalità porterà lato sviluppatori e user experience manager, è necessario dare una definizione.

Il Mobile First Indexing è un nuovo sistema di indicizzazione delle pagine web introdotto da Google per cui, tra tutte le versioni create per un sito (tablet – desktop – mobile) verranno analizzati con priorità i contenuti di quella mobile. La valutazione e il ranking saranno dunque determinati dalla fruizione dei contenuti tramite device mobile.

La decisione testimonia l’importanza di non avere più website solo mobile friendly, ma mobile first; il cambiamento di prospettive è frutto di un costante aumento dell’utilizzo da parte di consumatori di dispositivi mobile, che richiedono sempre di più informazioni chiare precise e veloci.

Lato utenti continueremo a navigare e a fruire i siti web come fatto fino ad oggi; ciò che cambierà sarà più dal punto di vista dello sviluppo, oltre che un radicale cambio di visione da parte di brand ed eCommerce.

Cosa sapere per prepararsi all'indicizzazione Mobile First di Google 1

Mobile Content vs. Desktop Content

La priorità principale sarà quella di uniformare e migliorare lato contenuto la versione mobile del tuo sito web.

In questo anche la produzione di contenuti andrebbe rivista, con un importante cambiamento di visione; non si può più pensare che i contenuti possano essere prima di tutto per desktop, per poi essere adattati per mobile, ma il contrario.

Diventa dunque importante, sia per digital content manager sia per designer, ripensare, in modo graduale ma decisivo alla grafica e ai contenuti per mobile. Rivedere call-to-action, in modo che siano più leggibili, eliminare testi troppo lunghi, rivedere caratteri di difficile lettura.

La parola chiave deve essere consistenza: mai sacrificare storie e contenuti e non avere versioni desktop e mobile allineate, perché in questo caso le informazioni mancheranno e il mobile non sarebbe più un’adattamento, ma un altro sito.

Cosa sapere per prepararsi all'indicizzazione Mobile First di Google 2

Continua su: Cosa sapere per prepararsi all’indicizzazione Mobile First di Google

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply