contennial, Chi sono i Centennial e come puoi progettare esperienze morbide dedicate a loro

Pensare e sviluppare oggi l’ecosistema digitale e di Customer eXperience per i clienti di domani. Una sfida complessa per i brand e le aziende che vogliono diventare o rimanere leader nei mercati del futuro, abitati da quelli che oggi sono giovani e giovanissimi.

Li hanno chiamati GenZ, Post-Millennial, Centennial, iGeneration, o ancora Delta Generation. Ma chi sono, nello specifico?

Identikit di una nuova generazione

Appellativi diversi per forma ma identici per sostanza, che etichettano una generazione completamente nuova e mai vista prima; certo è vero dall’origine del mondo che una generazione è diversa e supera quella precedente, tuttavia dobbiamo constatare che l’avvento disruptive di alcune tecnologie ha aumentato a dismisura il salto tra una generazione e l’altra a partire dall’anno 2000. Si è assistito ad un fenomeno di accelerazione tale per cui il cambiamento in termini culturali, di percezione della realtà e di se stessi e del mondo che ci circonda è pari a 10/20 generazioni degli anni 1700/1900.

Le sue caratteristiche fondamentali sono:.

  • Una generazione nata nella seconda metà degli anni Novanta – dopo il 1995 secondo la ricercatrice ed esperta globale di temi generazionali Jean Twenge (autrice di best seller come ‘iGen’); dopo il 1997 secondo il reputato Pew Research Center.
  • Una generazione sempre connessa, e che vede la connettività, il digitale e il mobile non certamente come un beneficio ma piuttosto come un fattore necessario per vivere la quotidianità.
  • Una generazione che è nata e sta vivendo la vita in mezzo a incertezze di qualsiasi tipo, in primis occupazionali. Senza più sicurezza di vivere meglio dei propri genitori, continuamente bombardati di dati e slogan secondo cui non importa ciò che studieranno, perché faranno un lavoro che oggi non esiste e non è nemmeno immaginato (o immaginabile).

Continua su: Chi sono i Centennial e come puoi progettare esperienze morbide dedicate a loro

contennial, Chi sono i Centennial e come puoi progettare esperienze morbide dedicate a loro

Absolutezero

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.