kia, Kia punta su Robert De Niro per la campagna della nuova e-Niro

Firmata da Innocean Worldwide Europe, la comunicazione prevede una pianificazione tv, online e stampa a livello paneuropeo. Prosegue intanto la gara media, il cui esito è atteso dopo l’estate

kia, Kia punta su Robert De Niro per la campagna della nuova e-Niro

Con un cognome così, non poteva che essere lui il testimonial della campagna Kia per la nuova e-Niro. Stiamo parlando della star di Hollywood Robert De Niro, protagonista della comunicazione paneuropea del crossover elettrico della casa automobilistica.

Firmata da Innocean Worldwide Europe, la campagna prevede una pianificazione tv, online e stampa nei mercati chiave del continente, con il celebre attore che sottolinea la capacità della e-Niro di eliminare le barriere che ancora frenano l’acquisto dei veicoli elettrici. In maniera ironica, De Niro racconta i vantaggi dell’auto, dalla durata dell’alimentazione elettrica alle funzioni di infotainment high-tech, al design.

«E’ la nostra prima campagna per Kia Motors Europe, e non possiamo esserne più orgogliosi – spiega Gabriel Mattar, Chief Creative Officer di Innocean Worldwide Europe -. Questa campagna a 360 gradi non solo veicola un approccio leggero e vicino al pubblico ad uno dei modelli più venduti, ma lancia anche un segnale sulla strada che Kia sta intraprendendo. Si tratta del primo step di una serie di progetti futuri».

 

Continua su: Kia punta su Robert De Niro per la campagna della nuova e-Niro

kia, Kia punta su Robert De Niro per la campagna della nuova e-Niro

Absolutezero

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.