robotica, Dalla robotica alla realtà virtuale, così la tecnologia ci aiuta a stare meglio
Technology

Dalla robotica alla realtà virtuale, così la tecnologia ci aiuta a stare meglio

By 12 Agosto 2019 No Comments

Dalla stampa 3D alla realtà virtuale, le innovazioni tecnologiche porteranno grandi novità in campo medico, migliorando l’assistenza offerta ai pazienti. Ma quali saranno le principali novità che rivoluzioneranno il settore sanitario?

I robot indosseranno il camice bianco

La robotica sta vivendo un momento cruciale: le numerose scoperte che vengono fatte ogni giorno ci lasciano intravedere un futuro in cui la maggior parte del lavoro verrà svolto dai robot. Ed è da tempo che gli esperti di robotica hanno puntato gli occhi sul campo medico.

Quando parliamo di robotica applicata a tale settore includiamo nel discorso varie tipologie di dispositivi: dal robot chirurgo all’assistente,  fino alla farmarobotica o agli esoscheletri. Non è da escludere che presto i robot possano entrare a far parte dell’equipe medica di qualsiasi ospedale, svolgendo compiti che vanno dalla misurazione del polso di un paziente agli interventi chirurgici.

 

La chirurgia robotica ha già una storia

È pur vero che sviluppi di questo tipo sono previsti per un futuro lontano, tuttavia già oggi i robot hanno una presenza massiccia in campo medico e il loro lavoro volto a svolgere le procedure meno invasive sul paziente sta crescendo vertiginosamente. Ad oggi la chirurgia robotica ha già una sua storia, e alcuni protagonisti che affiancano il personale medico in sala operatoria.

Si chiama Da Vinci uno dei sistemi robotici più noto del settore: l’automa non agisce da solo, a guidare i suoi bracci sui quali vengono apposti gli strumenti necessari per eseguire gli interventi è il chirurgo. Uno strumento di tale precisione da riuscire persino a pelare un chicco d’uva, come si può vedere in uno dei video di presentazione:

Continua su: Dalla robotica alla realtà virtuale, così la tecnologia ci aiuta a stare meglio

robotica, Dalla robotica alla realtà virtuale, così la tecnologia ci aiuta a stare meglio

Absolutezero

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.