fbpx

La mostra Razza Umana di Oliviero Toscani arriva a Senigallia  1La mostra fotografica Razza Umana di Oliviero Toscani sarà presente a Senigallia dal 25 Ottobre 2019 al 2 Febbraio 2020 nelle sale di Palazzo Ducale e di Palazzetto Baviera. Ci sarà modo per i visitatori di vedere 70 fotografie che hanno come tematica i cittadini del Mondo. Lo scopo del progetto (lanciato nel 2007) è quello di riflettere sull’eguaglianza dei popoli e conoscendone e accettandone anche le differenze.

oliviero toscani

Oliviero Toscani non ha bisogno di molte presentazioni. Si tratta infatti di uno dei fotografi italiani più conosciuti anche a livello internazionale avendo collaborato con brand importanti per campagne pubblicitarie che hanno fatto discutere.

Razza Umana rientra in una delle tematiche che spesso Oliviero Toscani ha toccato e che lui stesso ha definito “uno studio socio-politico, culturale e antropologico che ritrae la morfologia della razza umana al fine di osservarne le peculiarità e le caratteristiche, per capire le differenze”.

Per portare a termine il progetto, Toscani ha viaggiato per tutto il Mondo così da poter fotografare una varietà di volti e persone che potessero farne emergere lo scopo. Si è passati così dal Giappone al Guatemala, dal Belgio alla Thailandia alla Namibia e ovviamente in Italia.

razza umana foto

Grazie al team che ha aiutato Oliviero Toscani nella realizzazione dell’opera, era possibile catturare i volti delle persone e poi metterli subito a confronto con quelli ripresi in altre parti del Mondo facendone emergere le differenze.

Come scritto in apertura ricordiamo che la mostra sarà visibile dal 25 Ottobre 2019 al 2 Febbraio 2020 a Palazzo del Duca e Palazzetto Baviera a Senigallia (AN). Per chi volesse ascoltare direttamente dalla voce del fotografo questa esperienza e le sue riflessioni, il 31 Ottobre alle ore 18:30 si terrà la presentazione con la presenza di Oliviero Toscani.

 

Sorgente: La mostra Razza Umana di Oliviero Toscani arriva a Senigallia | Fotografi Digitali

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply