fbpx

Lo aveva annunciato il Wall Street Journal agli inizi di ottobre: Facebook progettava una sezione notizie, che dovrebbe apparire nella parte inferiore dell’app ed essere lanciata alla fine fine ottobre. Facebook sarebbe in contatto con testate (circa 200 quelle coinvolte nell’operazione) del calibro di Dow Jones, Washington Post, New York Times, Business Insider, BuzzFeed, HuffPost e Philadelphia Inquirer. Ma Menlo Park ha in programma di accrescere il numero di editori inclusi nel programma man mano che il prodotto si sviluppa. Lancio previsto, fine ottobre e così è stato.

Zuckerberg ha lanciato i test di Facebook News negli Stati Uniti 1

Come previsto. La scorsa settimana social di Mark Zuckerberg ha lanciato in fase di test negli Stati Uniti una sezione dedicata solo alle notizie. Facebook News il “luogo dedicato per le notizie su Facebook”, così è stata definita la nuova sezione del social dedicata alle notizie. Lo scopo è quello di consentire all’utente di poter avere il controllo su ciò che legge. In pratica l’utente potrà scegliere di consultare i contenuti di suo interesse, ma non mancheranno le notizie nazionali più importanti. Inoltre le stesse notizie verranno divise per fonte e per argomento e saranno disponibili all’interno dell’app e accessibili da un tab dedicato.

Le parole di Zuckerberg

“Quando gli annunci hanno iniziato a spostarsi dai giornali stampati ai siti web, l’economia delle notizie è cambiata – ha scritto  Mark Zuckerberg in un editoriale sul New York Times in occasione del lancio di News – una stampa libera è fondamentale per una democrazia sana e dobbiamo sostenere i giornalisti e gli editori che svolgono questo lavoro cruciale – ha assicurato il founder – ma Internet ha sconvolto il modello di business per gran parte dell’industria dell’informazione”.

Bene sociale. “Credo profondamente nel bene sociale che il giornalismo fornisce. Oggi – ha scritto nell’editoriale – è più importante che mai: abbiamo bisogno di notizie per esaminare i grandi eventi potenti, documentare in modo affidabile e scoprire nuove verità. Questo rende migliore la nostra società, e so per esperienza diretta che ha reso migliore anche la nostra azienda – anche quando è scomoda. Spero che i nostri sforzi onorino l’importante lavoro che i giornalisti svolgono e sostengano l’industria dell’informazione che ci tiene tutti informati”.

Zuckerberg ha lanciato i test di Facebook News negli Stati Uniti 2

 

Continua su: Zuckerberg ha lanciato i test di Facebook News negli Stati Uniti

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply