fbpx

Prende il via sabato 2 novembre sulle principali emittenti televisive la nuova campagna di comunicazione di Allianz Italia.

La comunicazione mette al centro l’agente Allianz e invita a riflettere sul valore dell’assicurazione, sottolineando che Allianz e i suoi agenti sono sempre al fianco dei propri clienti nei momenti importanti. Lo spot suggerisce di lasciarsi sorprendere dalla vita e affrontarla senza risparmiarsi, proprio perché nel momento del bisogno l’agente Allianz sarà sempre al fianco del cliente.

«La campagna di comunicazione – spiega Roberto Felici, Head of Market Management di Allianz Italia – è frutto di un investimento importante che vuole rafforzare i messaggi di eccellenza del nostro brand, dei prodotti e dei servizi offerti, valorizzando la professionalità e la serietà degli Agenti Allianz, centrali nella strategia del nostro Gruppo. Allianz si distingue sul mercato italiano per essere innovativa e digitale, per aver rivoluzionato la customer experience, massimizzando la soddisfazione dei nostri clienti. Miglioriamo costantemente le funzionalità e gli strumenti a disposizione degli agenti Allianz per consentire loro di dedicarsi ad una consulenza qualificata. Proprio per questo, l’agente è la voce narrante di tutte le nostre campagne pubblicitarie ed è per la prima volta il protagonista assoluto dei nuovi spot».

Allianz torna in tv con una nuova campagna. Protagonisti gli agenti 1
Lo spot, realizzato da Ogilvy, vede la direzione creativa affidata a Giuseppe Mastromatteo. La colonna sonora dello spot è la cover della canzone “Have a nice day” cantata da Giulia Militello, prodotta e arrangiata da Vittorio Cosma, e già utilizzata nel 2018.

 

Continua su: Allianz torna in tv con una nuova campagna. Protagonisti gli agenti

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply