fbpx

LEGO fotografia non sono un binomio così strano dopotutto! Lo abbiamo visto nel caso delle pellicole sviluppate attraverso meccanismi creati con i mattoncini, grazie alle fotocamere create da Brendan Barry e alle pellicole protettive che richiamano i LEGO. Ma realizzare una Hasselblad 503CX funzionante? La sfida è stata portata a termine da una fotografa taiwanese.

hasselblad lego

Helen Sham è riuscita infatti a realizzare un omaggio all’iconica fotocamera Hasselblad 503CX realizzata quasi esclusivamente con mattoncini LEGO (tranne, per esempio, lo specchio). Si tratta di un’operazione complessa perché non sono ricalca nelle forme esterne la fotocamera, ma può anche funzionare realmente come tale.

Per riuscire a realizzare la Hasselblad 503CXHelen Sham ha impiegato 1120 mattoncini (non una cifra “astronomica”) e circa 2 ore di lavoro. La colorazione gialla e nera è decisamente particolare ma volendo dovrebbe essere possibile costruirla anche con colorazioni meno appariscenti.

Sham ha spiegato che ha scelto questa fotocamera perché è una delle sue preferite per via dei meccanismi manuali. Un richiamo quindi agli anni ’80 (periodo di lancio del modello) che però si rifà come stile a soluzioni degli anni ’50. Un vero e proprio classico.

Una Hasselblad 503CX funzionante ma realizzata in LEGO? Esiste! 1

La Hasselblad 503CX realizzata in LEGO ha un corpo creato in mattoncini, una lente in vetro e lo specchio come una vera fotocamera. Inoltre non manca il pulsante di scatto a molla e un avvolgitore per la pellicola (che può essere effettivamente inserita e utilizzata).

Una Hasselblad 503CX funzionante ma realizzata in LEGO? Esiste! 2

Il progetto di Helen Sham è ora inserito all’interno del sito LEGO Ideas e quindi potrebbe raggiungere la fase di valutazione da parte dell’azienda danese (e infine la produzione, nel caso superasse i vari step intermedi). Attualmente siamo poco sotto i 2000 voti mentre per riuscire a entrare nella fase di valutazione dovrà raggiungere i 10000 voti.

 

Sorgente: Una Hasselblad 503CX funzionante ma realizzata in LEGO? Esiste! | Fotografi Digitali

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply