fbpx

Nel mondo del marketing, i social media rappresentano attualmente l’ambito a più elevato tasso di aggiornamento: le novità si susseguono giorno per giorno e restare al passo significa seguire tutte le notizie del momento.  Questo non vuol dire però che non sia possibile individuare tendenze e macrocategorie da includere nelle proprie strategie. Anzi, comprendere come si stanno evolvendo i trend e come possono essere sfruttati al meglio, permette di implementare le best practice per incrementare l’engagement delle tue campagne.

Social Media Trend: ecco quali tenere d'occhio nel 2020 1

Talkwalker ha definito, insieme a Hubspot, le  tendenze social da conoscere assolutamente nel 2020 e nei prossimi anni. Per scoprire gli spunti, le analisi e le visioni fornite da esperti, influencer e professionisti di tutto il mondo che hanno contribuito a questa ricerca, scarica subito l’ebook gratuito “I social media trend da seguire nel 2020”.

Nel frattempo scopriamo insieme i primi tre.

Social Media Trend: ecco quali tenere d'occhio nel 2020 2

1. L’ascesa di TikTok

Se nel 2019 abbiamo visto Instagram raggiungere 1 miliardo di utenti attivi mensili, consolidandosi al quinto posto tra i canali principali di social media, TikTok sta già recuperando terreno, con 500 milioni di utenti attivi al mese registrati nel giugno 20182, e quasi 750 milioni registrati ad oggi.

I marketer devono quindi adattarsi alle fluttuazioni della popolarità dei social e capire se i nuovi canali possano offrire un ROI superiore o un’audience più adatta al brand.

Nel gennaio 2019, Talkwalker ha rilevato 1,6M menzioni dell’app TikTok, con una crescita del 62,5%, fino a raggiungere 2,6M menzioni a
giugno. Questo fatto assume importanza soprattutto per le generazioni più giovani.

Il trend sta esplodendo, il che significa che dal 2020 dovrà essere tenuto sempre più in considerazione anche nelle strategie di marketing.

L’ascesa di reti uniche e di nicchia, d’altronde, non dovrebbe sorprendere. La gente non cerca più le grandi community, ma quelle rilevanti. Meno clamore, un engagement più genuino.

Tik Tok rimane comunque un terreno ancora inesplorato, con opportunità limitate per i marketer, in quanto, ad esempio, ha cominciato a testare la pubblicità solo nel gennaio del 2019 , con riscontri ottimi da parte di chi è già riuscito a testare questa funzionalità.

Grandi brand come Pepsi, Nike e Sony Music stanno già costruendo le loro community su TikTok, allineandosi con nuovi influencer per creare dei contenuti rilevanti e un seguito dedicato del brand.

Quando nuove tecnologie cominciano a diffondersi, sono gli early adopter a beneficiarne maggiormente. Vuoi essere tra loro?

 

Continua su: Social Media Trend: ecco quali tenere d’occhio nel 2020

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply