fbpx

Il secondo corpo macchina del sistema Canon EOS R , la EOS RP, è una full frame snella e dal prezzo interessante, pensata per essere la “prima mirrorless” per quanti, utilizzatori di smartphone, compatte o altre mirrorless APS-C, sono alla ricerca di un upgrade verso un mezzo fotografico di più alto profilo.

Canon EOS RP, ottima entry per il mondo Full Frame. La recensione completa  1

Questo include naturalmente anche gli utilizzatori di mirrorless APS-C EOS M della stessa Canon. Chi è alla ricerca di una maggiore qualità fotografica non potrà infatti non essere tentato da un sistema 35mm che, pur giovanissimo, comprende già alcuni “vetri” di altissimo livello e che assicura, anche per questo, maggiori possibilità di crescita per il fotografo.

Per descrivere tecnicamente la EOS RP, è stato fatto spesso il parallelo con la reflex EOS 6D Mark II. Date le similitudini tra i sensori utilizzati, infatti, se la capostipite EOS R è stata considerata la versione mirrorless della EOS 5D Mark IV, la EOS RP può ragionevolmente essere considerata la versione mirrorless della 6D Mark II, anche se, ovviamente, dal punto di vista operativo tra una reflex e una mirrorless esistono sostanziali differenze.

Il prezzo è interessante: 1569 Euro il listino al momento del lancio, ma già si trova online nell’intorno dei 1150 Euro, quindi leggermente più economica della sorella reflex, e non molto distante da reflex APS-C come la 80D che si posizionano a ridosso dei mille Euro.
La fotocamera è stata testata con lo zoom standard RF 24-105mm f/4L IS USM.   

Continua su: Canon EOS RP, ottima entry per il mondo Full Frame. La recensione completa | Pagina 1: Introduzione | Fotografi Digitali

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply