fbpx

Quali sono le parole chiave su cui i brand dovranno calibrare la loro azione in termini di mercato e comunicazione nel corso del 2020? Hanno provato a dare una  risposta a questa domanda Rosie Blau, editor in chief of The Economist – 1843 Magazine, e International Advertising Association (IAA), community internazionale di leader del marketing e della comunicazione istituita nel 1938 e presente in 56 paesi tra cui l’Italia, dove oggi è guidata da Alberto Dal Sasso.

Tra le parole chiave da tenere presenti ci sono politization, food compromise, i giovani e i baby boomers, climate change e Raffaello.

La “politicizzazione” dei brand

Il 2020 sarà l’anno in cui si assisterà, loro malgrado, ad una crescente “politicizzazione” dei brand.


Leggi di più su: www.engage.it

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply