fbpx

Google ha annunciato per la prima volta il numero di utenti mensili che utilizzano Google Assistant: ben 500 milioni, mettendo a tacere le voci che vedevano l’assistente di Google in perdita rispetto a Siri e Alexa.

E non parliamo solo di smartphone: gli utenti di Google Assistant lo utilizzano anche su TV e dispositivi domestici smart.

Secondo uno studio pubblicato il mese scorso, Google Assistant detiene il 9% del mercato degli assistenti virtuali mentre Siri di Apple detiene il 35% delle quote, anche se questi dati sono basati sul numero di installazioni e non su quante persone utilizzano effettivamente il servizio.

E sempre per rimanere in tema Google, ci sono anche delle novità che riguardano le nuove funzionalità in arrivo:

  • Longform reading, es. “Ehi Google, leggi questa pagina”, cambiando di certo l’utilizzo delle ricerche vocali con longtail keyword
  • Azioni programmate a una certa ora, un po’ come le routine di Alexa
  • Aggiunta di post-it sui Google Assistant con display intelligente.

Infine, Google ha anche annunciato che Google Assistant si espanderà anche in aeroporti, banche e altre attività commerciali con il suo programma di traduzione e interpretariato.


Leggi di più su: marketers.media

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply