fbpx

La piattaforma di streaming di The Walt Disney Company al via in Italia e altri 6 paesi europei. Il prezzo è confermato a €6,99 al mese o €69,99 all’anno

Da oggi Disney + è disponibile anche in Italia.

La piattaforma di streaming di The Walt Disney Company viene lanciata con 26 produzioni originali insieme a un’ampia collezione di titoli targati Disney, Pixar, Marvel, Star Wars, National Geographic e altri. Oltre che nel nostro paese, Disney+ debutta anche in Regno Unito, Irlanda, Germania, Spagna, Austria e Svizzera mentre in Francia arriverà dal 7 aprile.

«Il lancio in contemporanea in 7 mercati segna un nuovo traguardo per Disney+ – ha dichiarato Kevin Mayer, Chairman of Walt Disney Direct-to-Consumer & International -. Come casa dello streaming di Disney, Marvel, Pixar, Star Wars e National Geographic, Disney+ offre la narrazione positiva e di alta qualità che i fan si aspettano dai nostri brand e che adesso è disponibile in modo ampio, conveniente e permanente su Disney+. La nostra umile speranza è che questo servizio possa portare alle famiglie una sorta di “tregua” durante questi tempi difficili».

Il servizio è disponibile in streaming sulla maggior parte dei dispositivi mobili e tv Smart o connesse, incluse le console di gioco, set top box e dispositivi analoghi, senza interruzioni pubblicitarie. Sono possibili fino a 4 stream contemporanei, download illimitati su 10 dispositivi, suggerimenti di visione personalizzati e la possibilità di creare fino a 7 profili differenti, inclusa l’opportunità per i genitori di impostare profili per i bambini che li facciano accedere solo a contenuti appropriati alla loro età.

Alla luce dei timori in merito alla capacità di alcune infrastrutture a banda larga di sostenere l’impatto generato dall’arrivo di Disney+, la piattaforma ridurrà il proprio consumo di banda di almeno il 25%.

Nel nostro paese, il servizio è disponibile in esclusiva anche su TimVision.

Il prezzo in Italia è confermato a €6,99 al mese o €69,99 all’anno.

Nell’estate 2020 seguiranno lanci in ulteriori mercati dell’Europa occidentale, tra cui Belgio, Scandinavia e Portogallo.

 

LE PRODUZIONI ORIGINALI

Tra le produzioni originali, spiccano The Mandalorian, la prima epica serie evento in live-action di Star Wars; Lilli e il Vagabondo, la nuova versione live-action del classico animato del 1955; High School Musical: The Musical: La Serie, la nuova serie televisiva ambientata nella vera East High vista già nei film di grande successo; Il Mondo Secondo Jeff Goldblum, la docu-serie di National Geographic; Marvel’s Hero Project, che celebra straordinari ragazzi che fanno la differenza nelle loro comunità; Encore!, che vede la talentuosa Kristen Bell come produttore esecutivo; Dietro le Quinte dei Parchi Disney: The Imagineering Story, un documentario suddiviso in sei parti diretto e prodotto da Leslie Iwerks, regista nominata agli Emmy e agli Oscar, e le raccolte di corti animati SparkShorts e I Perché di Forky dei Pixar Animation Studios.


Leggi di più su: www.brand-news.it

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply