fbpx

Nell’intensa battaglia tra gli editori e Google sulla questione copyright, si è arrivati forse a un punto di svolta.

In un blog post, Google ha annunciato che pagherà selezionati editori per le loro news come parte di un nuovo programma di licenze per “contenuti di alta qualità”, che prenderà il via entro la fine dell’anno sui servizi Google News e Discover. “Questo programma aiuterà gli editori partecipanti a monetizzare i loro contenuti attraverso un’esperienza di storytelling arricchita che consenta ai lettori di andare in profondità alle notizie con articoli più complessi, informarsi in maniera aggiornata ed essere esposti ad un mondo di differenti questioni e interessi”, spiega Google.

La società aggiunge che in alcuni casi offrirà agli utenti accesso gratuito ad articoli a pagamento, pagando i contenuti al posto loro.




Leggi di più su: www.engage.it

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90.È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello.Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo.Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII.È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply