fbpx

Una cosa è sapere chi ti sta chiamando o intuire che probabilmente è una chiamata spam. Altra cosa è sapere perché una certa azienda ti sta cercando al telefono. Un’informazione che ora alcuni utenti Android potranno conoscere grazie a una nuova funzione integrata nel sistema operativo del telefono.

Google ha recentemente aggiornato la funzione Verified Calls, che identifica chi sta chiamando e anche con quale scopo, solo nel caso in cui la chiamata provenga da determinate attività commerciali. Il sito di supporto di Google spiega che vedrai comparire sul display dello smartphone il logo e il nome dell’azienda insieme al motivo della chiamata: per esempio “Pianificare la tua installazione Internet” oppure La consegna del tuo pasto”. La funzione è in fase di test in Brasile, come riportato dal sito The Verge.

Le chiamate passano attraverso il server di Verified Calls di Google: le aziende partecipanti possono condividere le informazioni commerciali della chiamata aumentando le probabilità che tu effettivamente risponda. Le aziende che non condividono queste informazioni ovviamente non comunicheranno il motivo per cui chiamano a meno che tu non risponda.

Google attiva l’impostazione come impostazione predefinita, ma puoi anche disattivarla. La compagnia assicura agli utenti che tutte le informazioni di queste chiamate resteranno private (una volta terminata la chiamata il numero di telefono e il motivo della chiamata saranno eliminati dai server in pochi minuti.)

Potrebbe interessarti




Leggi di più su: it.mashable.com

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90.È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello.Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo.Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII.È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply