fbpx

  • Il 17 luglio si celebra la Giornata mondiale dell’emoji.
  • Quest’anno l’uso delle icone ha ben rappresentato lo stato d’animo delle persone costrette in casa dal lockdown, con alcune novità.

 

Oggi è la ​Giornata mondiale dell’emoji​, ricorrenza che celebra questa forma di linguaggio universale che rappresenta in maniera visiva ed immediata le emozioni delle persone su Internet.

Su ​Twitter ​i t​rend ​relativi all’uso ​delle emoji rispecchiano quanto sta accadendo e ciò di cui le persone stanno parlando in tutto il mondo, e questo si è rivelato particolarmente vero quest’anno, quando le persone si sono affidate sempre di più ai canali digitali per comunicare tra di loro.

Le più twittate

Nella grafica di seguito, l​e emoji più twittate a livello globale quest’anno ad oggi:

giornata mondiale dell'emoji

Le emoji sorridenti continuano ad essere le più usate a livello globale, ma quest’anno sono stati rilevati alcuni cambiamenti. Infatti, ​3 nuove emoji sono riuscite ad entrare nella top 10:

  • L’​emoji preoccupata è cresciuta del 415% rispetto allo scorso anno, salendo dalla posizione #16 alla #3 nella classifica del 2020
  • L’​emoji che rappresenta le fiamme è cresciuta del 290%​rispetto al 2019, passando dalla posizione #28 alla #7 nella classifica di quest’anno
  • L’​emoji sorridente con gli occhi a cuoricino è cresciuta, invece, del 119%​, salendo dalla posizione #14 dello scorso anno alla #8 nella classifica del 2020

LEGGI ANCHE: Ecco quali sono le emoji che usiamo di più (e arrivano le nuove su disabilità e inclusione)

Le emoji nelle conversazioni sul COVID-19

Nel 2020 le persone sono rimaste a casa in tutto il mondo e hanno utilizzato Twitter per cercare le ultime informazioni sul COVID-19, rimanere in contatto con le persone care per sostenersi a vicenda e per cercare momenti di svago.

In queste conversazioni, t​ra le emoji più utilizzate ​si trovano la casa, l’applauso e le emoji che esprimono uno stato d’ansia e preoccupazione​.

LEGGI ANCHE: Emoji e tecnologie assistive: ecco come le usa chi ha una disabilità visiva

emoji 2020

Il fatto che il COVID-19 si sia affermato come un argomento di discussione globale si riflette anche nel confronto con i trend d’uso delle emoji rispetto all’anno scorso, che, da un lato, crescono nelle conversazioni relative all’importanza di indossare la mascherina o a quelle riguardanti la spesa (e la difficoltà di trovare beni essenziali come la carta igienica!) e, dall’altro, diminuiscono le emoji relative a viaggi, eventi e tagli di capelli.

emoji 2020

Inoltre, ​molte persone hanno usato Twitter in questi ultimi mesi ​per esprimere la propria gratitudine​, soprattutto nei confronti di operatori socio-sanitari, lavoratori della grande distribuzione, addetti alle pulizie, amici e parenti.

Questo trend è stato rispecchiato anche nell’uso dell’​emoji “grazie” ​che è aumentato dell’89%​ dal 2019 al 2020.

Per evidenziare questi Tweet, Twitter ha lanciato un’emoji che si attiva ogni volta che viene utilizzato l’hashtag #grazie.Ecco i trend da conoscere su Twitter (ninjamarketing.it) 1

Twitter ha poi lanciato altre emoji speciali associate agli hashtag #iorestoacasae #WashYourHands sviluppate con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e utilizzate in tutto il mondo.




Leggi di più su: www.ninjamarketing.it

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90.È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello.Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo.Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII.È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply