0


Fra gli ultimissimi device presentati da Honor, c’è uno smartwatch che ha catalizzato da subito grandi attenzioni. Si tratta del Watch GS Pro, che nonostante un prezzo non proprio in stile Honor, ha mostrato caratteristiche degne di nota. Lo abbiamo provato, per carpirne pregi e difetti. E di certo durante queste settimane non ha mancato di sorprenderci.

L’installazione è molto semplice, e dura un paio di minuti. Basta scaricare sul proprio smartphone l’applicazione Huawei Health e procedere all’abbinamento.

Una delle caratteristiche che, sulla carta, ci aveva colpito maggiormente è la durata della batteria dichiarata: 25 giorni. Una cosa impensabile per chi (come chi scrive, ndr) utilizza quotidianamente Apple Watch. In realtà non siamo riusciti a raggiungere l’autonomia dichiarata, ma con un utilizzo quotidiano, e un po’ di running ogni due giorni, siamo arrivati alle soglie dei dieci giorni. Comunque un’infinità per uno smartwatch. Anche perché una ricarica completa l’abbiamo fatta in poco meno di due ore.

Honor Watch GS Pro, la scocca posteriore. Foto: Biagio Simonetta

Il processore è il Kirin A1, che poi è quello già installato negli ultimi smartwatch di casa Huawei e Honor. A supporto ci sono ben 4 GB di memoria interna che possono servire, magari, per conservare file musicali da ascoltare durante una corsa. Buona la tracciabilità del GPS, che – confrontata a percorsi fatti con un Apple Watch – ci è sembrata molto affidabile.

Design e materiali

Il design è apprezzabile, ma è un deja vu. Chiaramente è difficile apportare novità rilevanti sul design di un orologio. Honor Watch GS Pro, da spento, ricorda altri orologi Huawei, ma anche qualche Samsung dei primi anni. La qualità dei materiali è buona, è indossabile piacevolmente. Certo, rimane un device importante (nel senso delle dimensioni) fa tenere al polso. Per questo, nonostante un’app dedicata al controllo del sonno molto evoluta, si fa un po’ fatica a dormirci. Il display è un AMOLED da 1,39 pollici, che ha un’ottima resa. La frequenza di aggiornamento, forse, è rivedibile: abbiamo notato qualche sfarfallio nel menu, scorrendolo troppo rapidamente. Ma siamo veramente ai dettagli.

La sensazione, indossandolo, è quella di avere al polso un device resistente. E infatti questo Watch GS Pro ha superato 14 test di grado MIL-STD-810G, tra cui quelli di temperatura, di umidità e di vibrazione per simulare una serie di condizioni estreme all’aperto.

1603271618 296 Abbiamo provato lx27Honor GS Pro lo smartwatch dallx27autonomia infinita mashableit -
  • Save
Il menu allenamento di Honor GS Pro. Foto: Biagio Simonetta

È giusto ricordare che questo smartwatch, è stato nominato inoltre da IFA 2020 come Outdoor Innovation Wearable Gold Award. E ci è sembrata una nomina meritata. Perché soprattutto a livello software i passi in avanti sono stati notevoli.

La funzione per non perdersi

Una funzione molto interessante è la Route Back, molto utile quando decidiamo di fare trekking magari in zone inesplorate. Questo Honor, infatti, grazie a questa funzione che si interfaccia col GPS tiene traccia del percorso fatto ed è in grado di mostrarlo direttamente sullo schermo per facilitare il ritorno sui propri passi.

Le modalità per il fintess sono veramente le più varie: dalla semplice corsa allo sci, fino all’ellitticae e al Triathlon. E c’è anche un assistente vocale per chi intende fare delle sessioni guidate. La misurazione del battito cardiaco ci è sembrata affidabile. Costa 249 euro, ma attualmente è in offerta a 199 sullo store di Honor. Il prezzo è giusto.

Potrebbero interessarti:


Leggi di più su: it.mashable.com

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link