fbpx
0

Per il nuovo panino di Burger King con Speck Alto Adige IGP, l’agenzia ha ideato uno spot – realizzato sul punto vendita di Verano Brianza – che ha coinvolto alcuni clienti della catena

Leagas Delaney firma la campagna pubblicitaria di Burger King per il lancio di Specktacular, il nuovo panino con Speck Alto Adige IGP.

Per lanciare il nuovo prodotto, Burger King e l’agenzia hanno ideato una crown campaign – realizzata sul punto vendita di Verano Brianza – che ha coinvolto alcuni clienti della famosa catena di ristorazione, ai quali è stato fatto assaggiare il panino in anteprima.

Il risultato è stato una galleria di reazioni davvero curiose e divertenti scatenate dal nuovo ingrediente che non è certamente passato inosservato.

Continua la collaborazione con Altamarea, confermata anche la regia di Nic Bello.

Per la parte food è stato confermato Massimo Zambiasi.

E’ stata pianificata una campagna integrata che ha visto coinvolti numerosi mezzi: tv radio, materiali pop, oltre ai canali social, web.

CREDITS

Cliente: Burger King Italy
Marketing and Communication Director: Laura Vimercati
Head of Retail Marketing: Chiara Camerini Porzi
Marketing Specialist: Serena Wieland
Agenzia: Leagas Delaney
Direzione Creativa: Eustachio Ruggieri, Fabio Pedroni
Head of copywriting: Marco d’Alfonso
Account Director: Valentina Rebasti
Account Manager: Nicole Mottolese
Head of TV: Stefano Renolfi
Cdp: Altamarea
Executive Producer: Emiliano Merzagora
Regia: Nic Bello; Massimo Zambiasi


Leggi di più su: www.brand-news.it

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply