Prima dell’avvento del lockdown gli sportivi che prendevano sul serio l’allenamento fra le mura domestiche si contavano sulla punta delle dita. La quarantena, però, ha messo tutti alle strette: allenarsi a casa o non allenarsi affatto. Ora, in molti si sono ricreduti: il virtual online training è una comodità troppo grande per essere soltanto la moda del momento. Lo confermano i download delle app fitness, esplosi durante l’ultimo anno e in continua crescita.

La ginnastica in salone non era per tutti. Alcuni la ritenevano troppo noiosa o non abbastanza efficace. Altri, preferivano di gran lunga la socialità disinibita e maliziosa delle palestre alla spoglia solitudine delle mura casalinghe. Dalla prima quarantena, però, le regole del gioco sono cambiate, e la pratica dell’home fitness ormai spinge anche i più pigri ad allenarsi davanti a uno schermo.

Lo dimostrano i dati raccolti da Sensor Tower: in Italia, nel corso del 2020, le applicazioni dedicate alla salute e all’attività sportiva hanno incassato circa 22 milioni di dollari, con un aumento del 64,2% rispetto all’anno precedente; i download, invece, sono stati in totale 57,8 milioni: il 50% in più del 2019.

Secondo App Annie il tempo per svolgere attività sportiva, inoltre, rappresenta il 23% dell’incremento delle ore trascorse online durante l’ultimo anno.

Fonte: App Annie

Ben più di una tendenza passeggera: per gli studiosi dell’American College of Sports Medicine, tra le massime autorità mondali del settore, il virtual online training continuerà a troneggiare tra le tendenze fitness 2021. Le grandi complici: la noia e le devastanti ore di smartworking, passate con le gambe formicolanti e addormentate dietro scrivanie troppo strette. E inoltre, le numerose – e innegabili -…


Leggi di più su: it.mashable.com

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link