fbpx
0

Anche gli Stati Uniti stanno fronteggiando l’emergenza Coronavirus, e nel Paese Google si è fatta avanti per offrire uno strumento volto a tranquillizzare la popolazione offrendo informazioni aggiornate sul virus e consigli per verificare il rischio di essere stati contagiati.

Si chiama Verily, ed è un sito sviluppato da Verily Life Sciences, sussidiaria della Alphabet cui fa capo anche Big G. Il portale, al momento operativo solo in alcune zone della California ma che promette di essere esteso a più parti del Paese, consente a chi teme di essere stato contagiato di richiedere l’accesso a un test. In particolare, agli utenti viene chiesto di rispondere a un questionario, al termine del quale il sito dirà loro se sono idonei ad essere testati per la positività al Coronavirus, e dove effettuare il test.

Il lancio ha però scatenato alcuni dubbi, soprattutto in ambito privacy. Per accedere al servizio, infatti, e richiedere il test, l’utente ha bisogno di fornire una serie di informazioni personali sensibili, e per quanto i termini del servizio promettano di non condividere tali dati con società assicurative o a fini pubblicitari, il dubbio comunque rimane.




Leggi di più su: www.engage.it

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply