fbpx
0

Earth Day 2019: ecco quali sono i brand che vogliono salvare il pianeta 5

Con la crescente consapevolezza a livello mondiale del cambiamento climatico, complice anche l’impegno di Greta Thunberg e di milioni di ragazzi in tutto il mondo durante i Friday For Future, la Giornata della Terra (Earth Day) assume quest’anno un significato ancora più importante.

Oggi, cioè, sappiamo che come individui, aziende e imprese abbiamo un impatto sul nostro pianeta.

Stiamo anche imparando a capire che business e sostenibilità possono andare d’accordo. Un esempio? Elon Musk, che ha fondato le sue aziende sul concetto dell’eco-consapevolezza, da Tesla a Solar City.

Ma esistono moltissime aziende e brand nel mondo che hanno fatto dell’eco-compatibilità un proprio valore fondante, ottenendo un enorme successo commerciale, proprio grazie a questo. Ecco alcuni esempi.

Earth Day 2019: ecco quali sono i brand che vogliono salvare il pianeta 6

TOMS

Durante la sua visita in Argentina nel 2006, Blake Mycoskie è stato colpito nel vedere quanti bambini crescevano senza scarpe: un accessorio per molti di noi superfluo, la cui mancanza può rendere però davvero difficile la vita di tutti i giorni.

È così che ha deciso di avviare una società for-profit che ha donato un paio di scarpe a un bambino per ogni paio venduto.

In 11 anni TOMS ha donato oltre 60 milioni di scarpe ai bambini di tutto il mondo e per aumentare il raggio d’azione della sua attività e aiutare ancora più persone, TOMS ha iniziato anche a fornire acqua potabile, kit per la nascita, servizi per la cura degli occhi alle comunità in difficoltà in tutto il mondo.

Oltre a sostenere le persone, TOMS rispetta anche il nostro pianeta. Tutte le scarpe (e persino le scatole da scarpe) sono realizzate infatti con materiali sostenibili, riciclabili e vegani.

La filosofia aziendale del brand appare ben espressa anche nel design e l’impegno di cui l’azienda si è fatta carico hanno creato una forte connessione emotiva con i clienti, che comprano la condivisione di queste attività prima ancora che il prodotto.

Sorgente: Earth Day 2019: ecco quali sono i brand che vogliono salvare il pianeta

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply