0


I vincitori della 71a edizione del Festival di Sanremo 2021 sono i Maneskin con Zitti e buoni.

Secondo posto Francesca Michielin e Fedez con Chiamami per nome, terzo posto Ermal Meta con Un milione di cose da dirti.

Per l’emozione, il frontman dei Maneskin, Damiano David, si commuove.

Una rimonta sconvolgente: superano il favorito della giuria demoscopica, Ermal Meta, e scalzano qualsiasi favorito della critica (premiati invece con quattro premi).

I Maneskin non hanno sbagliato nessuna esibizione. Anche loro duetto con Manuel Agnelli, per la terza serata, Amandoti dei Cccp, è stato da brividi.

Nulla ha potuto contro la loro fanbase, costruita dai tempi dell’edizione di X-Factor del 2017; nemmeno le storie Instagram di Chiara Ferragni, moglie di Fedez da 5 milioni di follower, che sul social ha invitato tutti a votare per il marito.

Dopo essersi difesi dall’accusa di plagio per il loro brano, composto da tutta la band, e perciò da Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio, i Maneskin hanno capovolto il tavolo con le critiche sopra.

Rock puro a Sanremo nel 2021: una follia, che però ha premiato. Giovanissimi, il frontman ha solo 22 anni, si sono presentati ogni sera con un abito da rocker identico per tutto il gruppo, sempre un filo genderless, fino alla tutina color carne con le fantasie in brillantini argentati del gran finale.

Sarà stato di buon auspicio Achille Lauro, che per l’intera kermesse ha dedicato quasi ogni sua performance alle varie declinazioni del rock. Un genere che a quanto pare i Maneskin, benedetti pure da Manuel Agnelli, portano nelle vene.

Gli altri premi:

Premio Lucio Dalla a Musica leggerissima di Colapesce Dimartino;

Premio della critica Mia Martini a Mai dire mai (La locura) di Willie Peyote;

Premio Sergio Bardotti per Miglior Testo a Voce di Madame;

Premio per la miglior composizione…


Leggi di più su: it.mashable.com

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link