Dal 9 luglio il social estenderà la platea di chi può “taggare” i prodotti

Con l’ecommerce che acquista sempre più spazio come effetto “collaterale” della pandemia, anche Instagram punta a far crescere le vendite online dalla sua piattaforma.

Il social, riporta l’Ansa, ha allentato le regole che per ora consentono solo ad alcuni marchi e attività approvati di usare il tag Shopping nei post per vendere prodotti. La compagnia ha annunciato che dal 9 luglio entreranno in vigore i nuovi requisiti che estendono l’accesso allo strumento Shopping a diverse tipologie di aziende, “compresi i creator che desiderano mettersi in contatto con gli acquirenti e vendere i propri prodotti su Instagram“.

In base alla nuova normativa, riservata a chi ha un account business, le aziende per poter usare Shopping dovranno taggare i prodotti su Instagram da un unico sito web di loro proprietà e da cui vendono. Tra gli altri requisiti c’è l’avere una pagina Facebook collegata e il vendere prodotti “fisici”.




Leggi di più su: www.engage.it

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link