0


“Nel nostro Paese c’è ancora la concezione e la paura che parlare di sesso significhi istigare i più giovani a farlo in età precoce, quando le ricerche invece dimostrano il contrario”. Queste le parole della psicologa e consulente sessuale Elisa Ginanneschi su un tema ancora difficile in Italia: fare educazione sessuale a scuola è fondamentale. E, no, le nozioni base all’interno delle lezioni di scienze su riproduzione sessuale, anatomia genitale, malattie sessualmente trasmissibili e uso dei contraccettivi non sono sufficienti.

Affrontare l’argomento ‘sesso’ con ragazzi e ragazze è un aspetto estremamente importante della nostra società, come indicano gli “Standard per l’educazione sessuale in Europa” pubblicati nel 2010 dall’Ufficio regionale per l’Europa dell’Organizzazione mondiale della sanità e il BZgA (Federal centre for health education). Il report, realizzato da un gruppo di esperti europei di educazione sessuale, si rivolge a responsabili delle politiche sanitarie, autorità scolastiche e specialisti, indicando le principali caratteristiche alla base di una efficace educazione sessuale (dalla sensibilità di genere alla stretta collaborazione con i genitori e alla contestualizzazione rispetto al background sociale e culturale).

Lo studio sottolinea la necessità che l’insegnamento alla sessualità venga affrontato all’interno del sistema scolastico: una realtà già applicata in diversi Paesi europei, ma non in Italia. “Nella società odierna il sesso è una tematica molto presente e siamo costantemente circondati da immagini sessuali: pubblicità sui social, profili di persone non famose che richiamano alla sessualità e internet è un accesso diretto per tutti”, spiega la dottoressa…


Leggi di più su: it.mashable.com

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link