Gli investimenti pubblicitari delle aziende caleranno quest’anno a doppia cifra a a causa della crisi scatenata dalla pandemia del Covid-19. A dirlo è GroupM nel suo tradizionale rapporto predittivo semestrale.

Dopo aver chiuso il 2019 con un amento della spesa del 6,2%, la pubblicità registrerà a fine anno una diminuzione dell’11,9%, una previsione che non tiene conto dell’advertising legato alle elezioni presidenziali statunitensi di novembre (in questo caso la diminuzione sarebbe del 9,9%).

Il balzo in avanti ci sarà poi nel 2021, anno stimato da GroupM in crescita dell’8,2% (la crescita diventa del 5,9% se il confronto è con un 2020 con le presidenziali americane) con la metà dei primi dieci mercati in aumento a doppia cifra e l’altra ad una cifra.




Leggi di più su: www.engage.it

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link