fbpx
0

La nuova campagna educational di Durex invita a non tornare alle cattive abitudini della normalità prima del Covid-19

Durex lancia “Safe is the new normal”, la nuova campagna educational per promuovere comportamenti sessuali più corretti.

Il progetto punta a sensibilizzare gli italiani a rivedere tutte quelle sbagliate abitudini sessuali che si erano diffuse e radicate in passato e che erano diventate, fino a prima del lockdown, una normalità non corretta in termini di prevenzione di malattie sessualmente trasmissibili e, in generale, di salute sessuale. Ad esempio, fino a prima del lockdown, solo 1 italiano su 2 era solito utilizzare il preservativo.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con Anlaids, permetterà la creazione di una Task Force di esperti in ambito medico-scientifico che avranno il compito di trasmettere un messaggio di rottura rispetto alla normalità in fatto di abitudini sessuali tipiche del periodo precedente al lockdown, sensibilizzando la popolazione sul ruolo cruciale che gioca la prevenzione anche in questa sfera.

A supporto il brand ha realizzato un video online sui canali social.

Tutti vogliamo tornare alla normalità quanto prima possibile. Ma siamo sicuri che quella normalità fosse abbastanza? Per Durex non lo era.Sfruttiamo tutti insieme questo momento storico senza precedenti e la maggiore attenzione per la prevenzione di infezioni trasmesse per contatto per modificare anche i comportamenti sessuali ed evitare la diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili.#durex #durexItalia #safeisthenewnormal #nontorniamoallanormalità #letsnotgetbacktonormal

Publiée par Durex sur Mardi 16 juin 2020

 

Inoltre, nell’ambito di questa iniziativa, Durex ha realizzato una ricerca volta a fotografare l’importante cambiamento che il periodo di lockdown e la diffusione del contagio da Covid-19, hanno determinato sulle abitudini sessuali degli italiani.

La ricerca, svolta su un campione rappresentativo della fascia di età 16-55 anni, ha posto la sua attenzione su tre diversi gruppi di interesse (single, non conviventi e conviventi) evidenziando, per il periodo di lockdown, un generale calo del desiderio sessuale, nell’83% dei casi, e una drastica riduzione dell’attività sessuale, con solo il 23% degli intervistati che ha confessato di aver mantenuto un livello di attività sessuale uguale, o quasi, al periodo precedente. Tra le principali cause di questo calo sono emerse: ansia e paura del contagio, presenza di bambini in casa, interruzione della mobilità e obbligo di distanziamento sociale.




Leggi di più su: www.brand-news.it

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply