La pandemia ha cambiato non solo molte delle tradizionali abitudini degli italiani tra lavoro e aperitivo ma anche le modalità con cui si incontrano gli amici, si fanno nuove conoscenze, nascono nuove relazioni. In tale contesto, dove già le piattaforme digitali hanno rappresentato un aiuto fondamentale nel proseguire attività professionali ma anche semplicemente restare in contatto con gli affetti lontani, giocano un ruolo determinante anche le app di dating.

Non a caso, una ricerca di Inner Circle, tra le più utilizzate app di incontri, ha rivelato che, su circa 1.300 italiani iscritti, il 42% di chi è single durante questo ritorno a misure restrittive si sta attivando per trovare una relazione seria e stabile, soprattutto attraverso abitudini digitali. Confrontando il novembre del 2020 a quello del 2019, l’aumento dell’attività online è stato del 151%, con le interazioni che hanno registrato un incremento del 40%, in modo particolare attraverso la messaggistica.

Digitale ma sicuro

Sappiamo però quanti pericoli ci siano dietro le attività degli incontri online, sia per la veridicità di una relazione che per le persone che si nascondono dietro qualche foto. Ed è il motivo per cui Tinder, colosso delle app di dating, ha lanciato solo qualche settimana fa Video Chat, una nuova feature che permette agli utenti di videochiamare i propri match. Questa nuova funzione va ad inserirsi alla serie di novità che Tinder sta dedicando alla sicurezza dei propri membri, partita con Photo Verification, Safety Center e la tecnologia di rilevamento dei messaggi offensivi.

La nuova sezione di Video Chat non richiede il numero di telefono per funzionare

Tutte funzionalità che gli italiani hanno già imparato ad apprezzare. Peraltro, proprio in Italia, durante il primo lockdown, il volume di “swipe” (ovvero lo scorrere dell’immagine, verso destra o sinistra, per “dire” ad un profilo suggerito che lo si apprezza o meno) tra la Gen Z è aumentato…


Leggi di più su: it.mashable.com

Annunci

Leave a Reply

Share via
Copy link