0


Mark Zuckeberg si è presentato al Congresso Usa per difendere Libra un progetto “complesso, pericoloso”, che “non so se funzionerà”. Per il CEO la moneta può essere un rimedio contro le disuguaglianze e contribuire al rilancio dell’infrastruttura finanziaria americana, che, ha sottolineato, è “datata”: la minaccia di una criptovaluta cinese rappresenta una delle ragioni importanti per approvare Libra, ha spiegato.

Usciremmo dal progetto. In ogni caso, ha ribadito che se le istituzioni Usa saranno contrarie al progetto Libra, Facebook lo abbandonerà. Se il Congresso dovesse schierarsi contro il progetto, Zuckerberg ha risposto così: “Fermerò sicuramente Facebook dal parteciparvi. Libra è un’associazione libera di aziende, Facebook ne fa parte al pari di altre 20 società, e la nostra uscirebbe dal progetto”.

LEGGI ANCHE: Libra rimanda il lancio del 2020: ma per 21 partner il progetto va avanti

libra addio - Zuckerberg al Congresso
  • Save

Iniziativa complessa e rischiosa

Certo è un’iniziativa “complessa e rischiosa. Non so se funzionerà”, ha detto Zuckerberg, ammettendo che Facebook non è il “messaggero ideale per il progetto, abbiamo avuto diversi problemi negli ultimi anni e sono sicuro che molti speravano che fosse chiunque altro ma non Facebook a portare avanti questa idea”.

Credo che se l’America non guiderà queste nuove tecnologie, come la possibilità di inviare soldi attraverso i sistemi di messaggistica, qualcuno lo farà al posto nostro e perderemo la leadership del settore

 

Continua su: Zuckerberg al Congresso: Libra argine alla leadership finanziaria cinese

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link