image2 2 -
  • Save

Fonte: decentraland.org

Un giorno nel futuro

Immaginate un piovoso giorno di febbraio in un futuro non troppo lontano. Vi svegliate, indossate i vostri occhiali intelligenti, ricevete le notifiche meteo quotidiane, le riunioni, i compiti e il resto delle cose da fare, prima che il dispositivo vi chieda dove volete bere il vostro solito caffè mattutino. Stanco dell’inverno, scegli una bella baia di Ibiza, la vista si dispiega realisticamente davanti a te. Puoi anche sentire il mare. Riuscite a ricaricarvi un po’ in una buia giornata invernale, poi andate in bicicletta indoor nelle Alpi francesi.

Fai colazione a Milano e poi ti affretti a raggiungere la sala riunioni dell’azienda per una riunione virtuale. Per il pranzo, chiami il tuo consulente per gli investimenti nella sala di lavoro virtuale, dove mostri l’opera d’arte digitale appena acquisita sulla parete. Lui presenta come il resto del portafoglio si sta comportando, i gusti dei vostri sviluppi immobiliari digitali e così via. Camminando in un festival virtuale la sera, sui proiettori appaiono spot pubblicitari sorprendentemente mirati e si fa festa con i propri influencer preferiti.
E l’impronta di carbonio è rimasta a un livello ottimale per tutto il giorno, mentre non hai speso tanti soldi. Questa può sembrare una visione futuristica, ma è una visione che è molto vicina, molto qui. E si chiama Metaverso.


Come il Metaverso modellerà il futuro del business, del marketing e di conseguenza dell’influencer marketing:


Avvolgere la testa intorno al Metaverso

Secondo Mark Zuckerberg, il Metaverso è un internet incarnato (Internet+) in cui non solo consumiamo contenuti, ma siamo proprio nel mezzo di essi. Ci aiuta ad allontanarci dal fissare gli schermi dei telefoni e a passare più tempo con gli altri. Anche se è il nostro avatar che fa tutto, le cose potrebbero diventare di nuovo 3D. In questo momento il mondo non è così diverso. La maggior parte dei giovani trascorre 8-10 ore interagendo con il proprio telefono, e stiamo già vivendo su Facebook, Instagram, YouTube, TikTok, WeChat e LinkedIn, e presto saremo in grado di essere dentro queste piattaforme, nello stesso modo in cui possiamo assistere a un concerto di Travis Scott in Fortnite. Nelle riunioni aziendali online, cinquanta persone non si guarderebbero l’un l’altro su uno schermo attraverso Zoom, ma in una sala riunioni virtuale.

Potremmo ricordare chi era seduto alla nostra destra, sinistra o di fronte a noi, e così, forse, ricorderemmo anche chi ha detto cosa. Facebook lavora in un ufficio senza fine che permette agli utenti di creare il loro ambiente di lavoro ideale nella realtà virtuale. Secondo Zuckerberg, il potenziale dell’educazione in questa forma offre anche l’opportunità di un mondo più equo, dove la gente di un piccolo mercato emergente o di un villaggio potrebbe essere ammessa a una buona scuola/programma (purché abbia accesso alla tecnologia, naturalmente). Ed è più facile fare amicizia se i bambini sono visivamente seduti uno accanto all’altro.
Possiamo immaginare il livello completamente nuovo del modello di home office e dell’educazione digitale, così come l’impatto a lungo termine sul mercato immobiliare. Matthew Ball, un ex direttore di Amazon e venture capitalist, ha riassunto la nozione di Metaverso come il prossimo livello di Internet, uno spazio virtuale collettivo, un’aggregazione di realtà digitale e fisica.
È la combinazione di Internet, realtà aumentata e virtuale, che è costantemente online e attiva, con una propria economia, opportunità di lavoro, centri commerciali e media. In altre parole, il Metaverso è la “realtà interattiva completa, il tessuto di collegamento tra l’umanità”. Forse il lettore penserà prima ai film Matrix e Ready Player One, dove l’utente può comunicare, commerciare, lavorare e partecipare ad eventi muovendosi in un mondo online funzionante. L’app WeChat è stata descritta più volte come una piattaforma 2D Metaverse, dove gli utenti possono fare praticamente tutto: socializzare, fare acquisti, pagare le cose nel mondo reale e negoziare i flussi di lavoro, ecc.

image4 2 -
  • Save

Fonte: canva.com

L’illimitatezza del mondo online è ben illustrata dal fatto che Travis Scott ha tenuto un concerto di nove minuti su Fortnite con il suo avatar, al quale hanno assistito 12 milioni di persone e ha guadagnato 20 milioni di dollari. È difficile per chiunque fare così tanti soldi con un solo concerto, ed è ancora più difficile gestire un evento da 12 milioni di persone. Molto probabilmente, i genitori hanno anche preferito lasciare che i loro figli assistessero ad un concerto dalla loro stanza.

Un altro precursore del Metaverso è una realtà virtuale 3D chiamata Decentraland costruita su una criptovaluta decentralizzata Ethereum (MANA), dove gli utenti possono acquistare terreni, sviluppare immobili e organizzare mostre d’arte. Diverse aziende sono già apparse sulla piattaforma e stanno commerciando opere d’arte digitali attraverso NFT.
È possibile visitare eventi e mostre con gli amici, vedere le città costruite da altri e molto altro ancora. Sull’interfaccia di Decentraland, un pezzo di terra virtuale poteva essere acquistato per un prezzo medio di 7.000 dollari a giugno, e lo stesso pezzo di terra costava solo 1.800 dollari ad aprile. La piattaforma ha recentemente pubblicato un annuncio di lavoro nel suo casinò digitale, pagando 500 dollari al mese in criptovaluta per quattro ore di lavoro al giorno. Come il Metaverso cresce, così sarà il numero di opportunità di lavoro.


Tutti ne vogliono un pezzo

Alla nascita del Metaverso, quasi tutti stanno cercando di esserci e di essere pionieri Coca-Cola è il leader mondiale nel lancio di contenuti unici e collezionabili basati su blockchain su Decentraland. Nell’ambito di un evento online, è stato possibile partecipare a un’asta NFT, e ottenere cose come una carta dell’amicizia o un lettore sonoro, che simula l’apertura di una lattina di Coca-Cola. Gucci ha annunciato su un sito chiamato Roblox la sua presenza nel Metaverso e ha venduto le sue borse digitali per 4.115 dollari, il cui proprietario è stato certificato da NFT. Dobbiamo dire che la borsa era ancora più costosa della versione fisica della borsa, che costa 3.400 dollari nei negozi.

Questa sembra essere la realtà di oggi, anche se probabilmente non molte donne vorrebbero una borsa NFT per il loro compleanno. RTFKT (artefatto, creando dispositivi virtuali e garantendone la proprietà attraverso gli NFT) ha venduto 600 scarpe digitali per un valore di 3,1 milioni di dollari…

Leggi di più su Influencer Marketing Hub

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link