Si potrebbe pensare che Instagram sia tutto incentrato sulle immagini. Belle immagini e foto accattivanti sono senza dubbio il principale punto di differenza di Instagram. Tuttavia, praticamente ogni post include anche una didascalia. E se vuoi che il tuo post si distingua, allora hai bisogno che anche la tua didascalia si distingua

Instagram è un social network; le persone vogliono impegnarsi con te. Possono andarci per guardare immagini attraenti, ma vogliono essere in grado di commentare e condividere i post preferiti con i loro amici. Pertanto, amano che mostriate il contesto nelle vostre immagini e che diate un’idea delle vostre emozioni

Più tempo le persone passano a leggere e a impegnarsi con le tue didascalie di Instagram, meglio l’algoritmo di Instagram ti classificherà, e aumenterai la probabilità che i tuoi futuri post di Instagram siano resi visibili a un pubblico più ampio. Alcuni influencer colgono anche l’opportunità di usare le didascalie di Instagram per il micro-blogging per connettersi più profondamente con i loro seguaci.


Come scrivere didascalie di Instagram per ottenere coinvolgimento:


 

Allinea le tue didascalie con i tuoi obiettivi

Anche se meno rilevante per un account Instagram personale, le aziende e gli influencer generalmente stabiliscono degli obiettivi per i loro account. Spesso, faranno dei post come parte di una campagna globale. Pertanto, è essenziale che tutti i post che fanno, sia le immagini che usano che le didascalie che vanno con loro, si allineino con gli obiettivi della loro campagna.

Per esempio, tre possibili motivi per una campagna Instagram potrebbero essere:

1. Eseguire una campagna di sensibilizzazione per aumentare la visibilità del tuo marchio

2. Promuovere un prodotto, forse per una vendita o il lancio di un prodotto

3. Raccogliere contenuti generati dagli utenti (UGC) utilizzando gli hashtag di marca di Instagram

Vorrai che le didascalie dei tuoi post riflettano l’obiettivo che hai scelto. Ad esempio, è necessario includere il nome del tuo marchio e qualsiasi hashtag di marca se stai eseguendo una campagna di sensibilizzazione. Dovrai concentrarti sul prodotto in questione se il tuo obiettivo è la vendita, e devi ricordarti di includere l’hashtag pertinente quando richiedi UGC.

Se scegli di condividere un Promoted Post, hai la possibilità di includere dei pulsanti Call to Action pertinenti, come Contact Us, Learn More e Download.


 

Pensa alla lunghezza delle tue didascalie

Ci sono opinioni diverse riguardo alla lunghezza delle didascalie. Ad un estremo, le celebrità famose possono cavarsela con didascalie concise, a volte anche solo un’emoji.

All’altro estremo, alcuni Instagrammers amano usare le loro didascalie per scrivere post di micro-blog come Beth Kirby | Local Milk.

Sprout Social raccomanda di attenersi a didascalie di 138-150 caratteri se si desidera massimizzare il coinvolgimento. Essi osservano che Facebook raccomanda di tappare le didascalie degli annunci Instagram a 125 caratteri per evitare il troncamento del testo su schermi più piccoli.

Più tardi, tuttavia, ha osservato che la lunghezza delle didascalie è aumentata negli ultimi cinque anni. La didascalia media nel 2016 aveva 142 caratteri. Questa era cresciuta a 336 caratteri nel 2019 e ci si aspettava che raggiungesse 405 caratteri (65-70 parole) nel 2020. Later non vede alcuna ragione per cui questa tendenza cambierà nel 2021.

Forse il modo più semplice per conciliare queste opinioni contrastanti è quello di creare una didascalia della lunghezza che sembra giusta per il tuo post. Tuttavia, concentratevi sui primi 140 caratteri che la maggior parte delle persone può vedere prima di dover cliccare su “Altro” Assicurati che i tuoi primi 140 caratteri siano interessanti e allettanti per incoraggiare le persone a continuare a leggere il resto della strada.

I giornalisti spesso usano lo stile di scrittura a piramide rovesciata, sapendo che la maggior parte delle persone non arriverà alla fine dei loro articoli. Pertanto, si assicurano di mettere le informazioni più cruciali in cima all’articolo, entrando gradualmente in più dettagli man mano che il pezzo progredisce. Iniziano con “The Lead”, che dichiara chi, cosa, dove, quando e come, in 1-2 paragrafi. Seguono con “Il corpo”, che dà le informazioni cruciali – l’argomento, la controversia, la storia o il problema. Poi finiscono con “La coda”, che consiste in ulteriori informazioni interessanti o correlate. Se hai intenzione di scrivere una lunga didascalia di Instagram, potresti usare uno stile simile.


 

Pensa prima di scrivere la tua prima frase

Che tu usi lo stile a piramide rovesciata o meno, la linea più critica della tua didascalia è la prima frase. Questo è il punto in cui catturi il tuo lettore o lo annoi in modo che scorra, dia un’occhiata veloce alla tua foto e passi al post successivo. Pertanto, la tua prima frase deve essere convincente, idealmente facendo fermare il lettore e pensare.


 

Spezza le didascalie più lunghe per una lettura più facile

Un problema con le didascalie più estese è che possono sembrare un muro di testo se non stai attento. Instagram ti dà solo opzioni di formattazione limitate. Le persone non leggeranno le tue didascalie se sembrano intimidatorie e se la loro lettura sembra un lavoro difficile.

Pertanto, ha senso spezzare le tue didascalie in brevi paragrafi di testo scremabile. La scrittura moderna non usa comunque lunghi paragrafi. Guardate la maggior parte dei post del blog qui su Influencer Marketing Hub. In genere non hanno più di 1-5 frasi per paragrafo. Quindi, vuoi che le tue didascalie, anche quelle più lunghe, siano facili da leggere con brevi pezzi di testo.

Emoji, simboli, ALL-CAPS e punti elenco aiutano a spezzare i blocchi di testo.


 

Assicurati che le tue didascalie di Instagram aggiungano valore

Devi dare alle persone che vedono i tuoi post un motivo per leggere le tue didascalie. Assicurati che aggiungano sempre valore all’immagine o al video clip che stai condividendo. Se scrivi didascalie che aggiungono valore, le persone si fermeranno e faranno uno sforzo per impegnarsi con te

Naturalmente, l’intero post deve aggiungere valore. Alcune persone creano post per il gusto di farlo, per esempio, condividendo un’immagine di ciò che hanno mangiato a colazione. Tuttavia, se condividi una foto del genere, dovresti usare la tua didascalia per aggiungere un contesto all’immagine. Dai alle persone un motivo per commentare o mettere “mi piace” al tuo post, anche se l’immagine è di un’attività quotidiana

Ricorda che se al tuo pubblico piace il tuo post, allora deve essere un valore aggiunto alle loro vite. Quindi, è possibile utilizzare una didascalia edificante per aggiungere valore anche al…

 

Leggi di più su Influencer Marketing Hub

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×