Poiché l’interesse per i video in forma breve continua a crescere, Meta sta aggiungendo un altro modo per appoggiarsi alla tendenza, con una nuova opzione ‘Share to Reels’ per gli sviluppatori di terze parti che renderà più facile per gli utenti di applicazioni non-Meta di condividere le loro creazioni direttamente su Facebook Reels.
Share to Reels example
  • Save

Come puoi vedere in questi esempi, con questa nuova integrazione, le app di terze parti saranno in grado di aggiungere un pulsante ‘Share to Facebook Reels’, fornendo più opzioni creative e strumenti da integrare nell’esperienza Reels.

Come spiegato da Meta: L’abilitazione di Sharing to Reels rende facile per le persone condividere video brevi direttamente su Facebook.Una volta integrato, le app di terze parti avranno un pulsante Reels in modo che le persone possano condividere brevi video, quindi personalizzare con strumenti di editing Reels come audio, testo, effetti, didascalie e adesivi” In sostanza, come nota Meta, invece di scaricare i video che si creano in strumenti di terze parti, e caricarli manualmente in seguito, si sarà ora in grado di pubblicare clip Reels da app non-Meta con il tocco di un pulsante.
Al momento del lancio, Meta ha annunciato nuove integrazioni con Smule, Vita e VivaVideo, ognuno dei quali avrà ora le opzioni ‘Condividi su Facebook Reels’ incorporate, fornendo un mucchio di opzioni in più per i creatori, e probabilmente una più ampia consapevolezza di Reels come piattaforma. Potrebbe essere una copia diretta di TikTok, e potrebbe non avere lo stesso fascino per gli utenti come il coinvolgente feed ‘For You’ di TikTok.
Ma in ogni caso, l’uso di Reels sta crescendo nel tempo. Reels è ora il formato di contenuto in più rapida crescita di Facebook, e con Reels disponibile in più di 150 paesi in tutto il mondo, ha anche guadagnato il vantaggio del first-mover in molti mercati, perché Meta è stato in grado di portare Reels prima che TikTok possa guadagnare trazione, il che ha senza dubbio influenzato l’espansione di TikTok, almeno in qualche misura. Che è il vero obiettivo. È interessante notare che l’ex staffer di Meta, Michael Sayman, ha recentemente notato questo sull’espansione delle Storie su Facebook e Instagram.

Quindi, nonostante Stories forse non è stato un successo su Facebook, e guadagnando la trazione che ha fatto su Snapchat e IG, questo non importava davvero – il vero obiettivo di Meta era, come nota Sayman, “togliere l’unicità della funzione”, che essenzialmente ha annullato qualsiasi potenziale vantaggio competitivo che Snap avrebbe potuto tenere. Questo è evidentemente lo stesso schema che sta seguendo con Reels, rilasciando l’opzione il più lontano possibile per assicurarsi che TikTok non abbia alcuna proposta di valore unico, il che rallenterà la migrazione degli utenti dalle sue app.
Se la gente può ottenere la stessa funzionalità in Facebook e Instagram, molti semplicemente non si preoccuperanno di scaricare un’app completamente nuova, e poi dover iniziare una nuova rete di amici, costruire un nuovo profilo di interessi, ecc. Il che è particolarmente interessante se si considera anche che TikTok è sulla buona strada per raggiungere 1,5 miliardi di utenti nel 2022. Senza le tattiche di negazione di Meta, immaginate quale potrebbe essere il vero numero di utenti di TikTok. In ogni caso, l’aggiunta di più opzioni di integrazione è un altro modo per aumentare l’uso di Reels, e con il potenziale della scala di Facebook come esca, molti sviluppatori saranno davvero desiderosi di aggiungere l’opzione nelle loro app. Puoi leggere di più sul processo di sviluppo di Meta ‘Sharing to Reels’qui.
 Leggi di più su Social Media Today
Annunci

Leave a Reply

Share via
Copy link