Sei pronto per un’opzione di modifica per i tuoi tweet? Dopo anni in cui è stato l’aggiornamento più richiesto per i tweet, e ripetuti rifiuti da parte di Twitter stesso, insieme a varie giustificazioni sul perché non può accadere, sembra che Elon Musk stia cercando di usare la sua ritrovata influenza come maggiore azionista della società (e ultimo membro del consiglio) per rendere l’editing dei tweet una realtà.

Come potete vedere, quasi 4 milioni di persone hanno votato nel sondaggio di Musk, con il 73,5% di loro a favore di un’opzione di modifica. Il CEO di Twitter Parag Agrawal ha anche suggerito che potrebbe diventare una realtà, con questo richiamo al tweet di Musk su come viene gestito Twitter. Infatti, Twitter ha effettivamente notato la scorsa settimana che sta lavorando su un pulsante di modifica.

Anche se la data specifica è stata liquidata come uno scherzo – ma secondo Michael Sayman di Twitter, un’altra nuova voce della società, forse no. Questo è ancora poco chiaro, ma l’accumulo di tutti questi elementi sembra suggerire che Twitter stia almeno esplorando un’opzione di modifica ancora una volta, che potrebbe essere lanciata presto, facendo apparire sia Agrawal che Musk come salvatori per l’era post-Jack Dorsey dell’app.

Come notato, Twitter ha a lungo resistito alle richieste di un pulsante di modifica, con Dorsey che ha citato le preoccupazioni intorno agli utenti che cambiano i messaggi retwittati dopo il fatto, suggerendo anche che la natura più concisa dei tweet li lascia ancora più suscettibili di modifiche sottili che potrebbero essere problematiche in vari modi. In effetti, all’inizio del 2020, Dorsey ha praticamente ucciso ogni speranza che un’opzione di modifica potesse mai arrivare nell’ambiente live – anche se questo è stato prima che Twitter aggiungesse un’opzione “Undo” per gli abbonati paganti di Twitter Blue che, in qualche modo, fornisce la cosa più vicina ad una forma di chiarimento dei tweet.
Twitter Blue - Undo Tweet
  • Save

Cioè, non è l’editing. Cancellare e condividere nuovamente un tweet aggiornato è più o meno quello che si può già fare. Ma date le precedenti dichiarazioni di Dorsey sul potenziale di un’opzione di modifica, entro una breve finestra dopo la pubblicazione, sembrava che questo fosse, e sarebbe stato disponibile solo se si pagava.

Ma Dorsey è andato avanti, si è spento nel mondo dell’evangelismo cripto, mentre Musk si è trasferito, portando con sé il suo apparentemente insaziabile bisogno di attenzione e adorazione. All’interno di questo, l’editing dei tweet ora sembra davvero una potenziale realtà – anche se, come per ogni aggiornamento di Twitter, vorrei anche mettere in guardia dal riporre troppe speranze sul fatto che sia la cosa che risolverà tutti i vostri problemi di tweet, e porterà armonia all’app.
Attenzione allo spoiler: non lo farà.
Questo non vuol dire che non sarà un’aggiunta utile, ma ho l’impressione che la maggior parte dei cambiamenti di Twitter vengano gonfiati a dismisura, per poi far scemare l’interesse entro pochi giorni, come nel grande Cerchio della Vita di Twitter. Itweet più lunghi sono stati un disastro, fino a una settimana dopo, quando non lo sono stati più. I tweet audio hanno portato le celebrità a condividere come pazze – per circa due giorni in totale.
Cambiare le stelle in cuori è stata la campana a morto per l’app, mentre Fleets è stato un fastidio per, quanto, una questione di ore? Come per ogni tendenza di Twitter, è la cosa più grande, più importante, più critica del mondo in quel momento, su cui tutti sentono di dover condividere una visione unica (nota: generalmente non unica). E poi non lo è più. Proprio così. Ho il sospetto che l’editing dei tweet sarà la stessa cosa, un picco improvviso nel grafico di Google Trends per le menzioni di ‘edit button’, registrato per tutti i posteri nella memoria perfetta di internet. Poi non importerà più a nessuno.
Lo useremo, certo, andrà bene. Ma allo stesso modo in cui l’approccio iniziale di Clubhouse, solo su invito, ha contribuito ad alimentare il suo ciclo di hype, l’unica vera ragione per cui la gente si preoccupa così tanto dell’editing dei tweet è perché Twitter glielo ha negato. Se fosse stato incorporato fin dall’inizio, sarebbe un processo da niente, come lo è su Instagram, Facebook, ecc. Ma l’assenza ha reso il cuore degli utenti di Twitter più esigente – ma in realtà, una volta che è qui, sarà solo una novità per una questione di ore per ogni utente. Ma potrebbe essere un vincitore di PR – e di nuovo, sappiamo tutti che Elon vuole essere il miliardario più cool della storia, brandendo un lanciafiamme in una mano e un biglietto per Marte nell’altra. I camion cibernetici sono fighi, giusto?
E i memi e gli appuntamenti con i musicisti e i podcast alla moda. Elon Musk vuole chiaramente lo status, e con miliardi da buttare in questo, potrebbe avere abbastanza per rendere il tweet editing una realtà. Chissà se vede i 3 miliardi di dollari che spende in azioni di Twitter come critici nei suoi sforzi per evitare le tasse “preservare la luce della coscienza“? UPDATE: Twitter ha ora confermato che sta lavorando su un pulsante di modifica, anche se dice che il coinvolgimento di Musk non ha nulla a che fare con il progetto. Twitter dice che inizierà a testare il pulsante di modifica con gli abbonati Twitter Blue “nei prossimi mesi”.
Leggi di più su Social Media Today
Annunci

Leave a Reply

Share via
Copy link