L’ormai leggendaria Jane Manchun Wong l’ha fatto di nuovo. Per anni – praticamente per tutta l’esistenza di Twitter – gli utenti di Twitter hanno chiesto alla piattaforma di aggiungere un’opzione ‘Modifica’ in modo da poter correggere quei fastidiosi errori grammaticali, che sembrano sempre infiltrarsi nei tuoi migliori tweet. Twitter ha ripetutamente detto che non accadrà, ma ci sono stati segni di un potenziale compromesso, come, ad esempio, una breve finestra di tempo dopo aver premuto ‘Tweet’ per richiamare la tua pubblicazione.

Ora, questo potrebbe essere ciò che Twitter sta sviluppando – guardate questo esempio. Come si può vedere qui, la nuova opzione ti permetterebbe di richiamare il tuo tweet entro una finestra di 5 secondi, che potrebbe essere abbastanza tempo per controllare rapidamente la tua osservazione spiritosa e catturare eventuali errori maldestri prima che sia scatenato. Il formato qui non è probabilmente la versione finale – come diversi utenti di Twitter hanno notato, il prompt oscura il tweet in questione, che lo rende un po’ inefficace. Ma una volta finalizzato, potrebbe davvero essere un buon compromesso.

Non piacerà a tutti quei sostenitori dedicati e appassionati della modifica dei tweet. Ma è qualcosa – e potrebbe essere una valida opzione, in diversi modi. L’uso principale qui sarebbe quello di catturare gli errori, ma un ulteriore vantaggio potrebbe essere che permette agli utenti di ripensare il loro tweet prima di inviarlo.

Piccoli elementi di attrito come questo all’interno del processo di tweet possono spesso essere sufficienti a fornire un momento di chiarezza, e possono impedire agli utenti di inviare commenti offensivi o non intenzionali come risultato. Questo è ciò che Twitter ha trovato con alcuni dei suoi altri suggerimenti, come il suo pop-up ‘leggi prima di ritwittare’, che Twitter dice che ha portato le persone ad aprire gli articoli il 40% più spesso quando vengono visualizzati.

Twitter read before tweeting
  • Save

Quel successo ha portato Twitter ad aggiungere altri stimoli nel processo, come gli avvisi sui tweet che sono stati segnalati per disinformazione. Questi suggerimenti extra sono facili da passare, quindi non intasano il processo di tweeting, e negano l’engagement. Ma danno agli utenti un momento di pausa in più per considerare il loro messaggio.

Ma il beneficio principale sarà quello degli errori grammaticali. Come notato, il CEO di Twitter Jack Dorsey ha effettivamente segnalato questo esatto compromesso nel 2019, in un’intervista con Joe Rogan. Come per Dorsey: “Il motivo per cui non abbiamo l’edit in primo luogo è che siamo stati costruiti su SMS, siamo stati costruiti su messaggi di testo. Una volta che si invia un testo, non si può tornare indietro. Così quando mandi un tweet va al mondo istantaneamente. Non puoi riprendertelo. Si potrebbe costruire in questo modo, quindi forse introduciamo un ritardo di 5-30 secondi nell’invio. E all’interno di quella finestra, si può modificare. Il problema di andare più a lungo di così è che toglie la natura in tempo reale del flusso di conversazione”. Più a lungo di così e Dorsey si è sempre opposto all’idea, ma una piccola finestra di tempo per rivedere è stata sul tavolo già nel 2016. Non si è mai trasformata in un’opzione concreta – e l’anno scorso, Dorsey ha risposto ancora una volta alla domanda sulla modifica dei tweet alludendo a questa finestra di modifica, prima di dire finalmente: “Ma probabilmente non lo faremo mai”

Questo sembrava essere il chiodo nella bara – ma come The Undertaker, sembra risorgere dalla tomba ancora una volta. Non è l’editing dei tweet, non risolverà tutti i vostri desideri di editing e vi assicurerà di non avere errori nei vostri tweet. Ma potrebbe essere un’aggiunta preziosa, e dato l’aspetto avanzato di questo prototipo, sembra essere sulla buona strada.

Leggi di più su Social Media Today

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link