0


Fase 1: Conoscersi a vicenda, chiarire le aspettative

Parte della costruzione di un buon rapporto di lavoro fin dall’inizio ha a che fare con il chiarimento delle aspettative. Riunire i team interni ed esterni è un primo passo per creare un contesto in cui sia l’agenzia che il cliente possano porre le loro domande e ottenere l’allineamento.

Probabilmente avete molte informazioni sul processo di vendita, ma questo è un ottimo momento per rivedere il profilo del cliente e aggiungervi nuovi dati.

Quindi pensate ad una telefonata con tutte le persone coinvolte – i rappresentanti dei clienti, i account rappresentante, forse il responsabile del servizio clienti, il CEO dell’agenzia, lo stratega SEO, lo scrittore di contenuti, ecc.

Decidere i ruoli in base al loro coinvolgimento diretto con l’audit, la strategia e la seguente campagna SEO e le sue specifiche.

I grandi incontri possono a volte significare che non tutti possono far sentire la propria voce, quindi il account Il manager dovrebbe assumere il ruolo di padrone di casa e presentare ogni partecipante.

In un’impostazione solo online, è possibile utilizzare le break-out room, la funzione di gruppo di Zoom, per favorire un contatto ancora più diretto. Inoltre, è possibile utilizzare una politica di camera-on per raccogliere il maggior numero possibile di input non verbali e facilitare meglio l’incontro.

Questo incontro è tutto incentrato sull’impostazione dell’ambiente del progetto. Andate avanti e chiarite le domande di base come:

  • Quali sono le aspettative sulla comunicazione (canali, frequenza, rapporti, ecc.)?
  • Quando posso vedere i primi risultati?
  • Quali sono le sfide aziendali in questo momento?
  • A chi devo chiedere aiuto e input (da entrambe le parti)?
  • Di quali altre informazioni abbiamo bisogno per comprendere meglio il contesto aziendale?

Entrambi i team avranno probabilmente domande sul processo di bordo/lavoro – oltre a quelle del questionario di scoperta – e sul progetto in sé.

Per quanto riguarda quest’ultimo, assicurarsi che gli obiettivi SEO siano chiaramente compresi. Esaminate passo dopo passo la linea temporale del progetto e spiegate come le azioni e le metriche sono collegate in un determinato scenario.

Fase 2: stabilire i flussi di lavoro, conoscere l’azienda e l’amplificatore.

Non date per scontato che solo perché vi siete già assicurati l’affare, avete il buy-in di tutti o gli obiettivi sono accettati. Come abbiamo già detto in precedenza, è importante conoscere il panorama commerciale del cliente e la strategia complessiva.

Esaminate quindi i vostri input di scoperta, fate ulteriori domande strategiche e chiedete documenti che dipingano il quadro complessivo (dati di mercato, personaggi dell’acquirente, altri dati della campagna, ecc.) ). Inoltre, raccogliete gli asset del marchio e siate consapevoli del posizionamento del cliente.

Da parte vostra, assicuratevi che il cliente abbia una chiara comprensione della metodologia di reporting e dei KPI coinvolti. Se avete già presentato un documento di previsione SEO, rivisitatelo e spiegate come si presenta il successo in termini di dati e metriche.

Cercate di non alimentare eccessivamente i KPI e il gergo del primo incontro, ma siate empatici e cercate sempre opportunità per spiegare cose come “visibilità”, “ranghi” e “cambiamenti di rango”.

Ad esempio, se il Punteggio di visibilità è un…

Leggi di più su Search Engine Journal

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link