fbpx
0

L’hub informativo di Facebook per le risorse di voto, che annunciato qualche settimana fa, è ora disponibile negli Stati Uniti. Il social network ha scritto in un post sul blog che, offrendo un accesso rapido a informazioni di voto accurate e autorevoli, vuole aiutare a “proteggere l’integrità delle nostre elezioni” e “navigare in un processo elettorale confuso”.

Sia gli utenti di Instagram che quelli di Facebook troveranno presto un link al Centro informazioni sul voto nel loro accounts. Facebook, tuttavia, dice che invierà anche notifiche individuali per informare le persone in età di voto sulla nuova funzione.

Svelato originariamente con l’obiettivo di aiutare 4 milioni di elettori a registrarsi quest’anno, l’hub online di Facebook offre risorse su un’ampia varietà di argomenti legati alle elezioni, come i link rilevanti per registrarsi come elettore, la richiesta di schede elettorali per assente o per posta, “notizie ben documentate” e post verificati di funzionari elettorali statali e altre organizzazioni civiche non di parte. A partire da giovedì 13 agosto, Facebook inizierà anche ad etichettare i post relativi alle elezioni – con un link al centro informazioni – di tutti i suoi utenti, non solo dei politici federali.

Facebook ha anche aggiunto uno strumento chiamato Voting Alerts, che permette di ricevere aggiornamenti dalle autorità elettorali locali sulle “modifiche tardive al processo di voto”. Il social network dice che solo le pagine di un’autorità governativa, non i singoli funzionari elettorali, possono partecipare a questo processo. L’azienda sta collaborando con il Bipartisan Policy Center per alimentare un “Facts About Voting” dal titolo Facts About Voting che…


Leggi di più su: www.digitaltrends.com

Dario

Dario

Dario De Leonardis esiste nell’Internet dalla fine degli anni ‘90. È stato, in ordine sparso: hacker, grafico, web developer, brand designer, analista politico, edonista, spin doctor b-side dell’hinterland tarantino, UI designer, installatore software, attivista per i diritti di tutti quelli che non vogliono togliere diritti agli altri, tecnico informatico, ghost writer, organizzatore eventi, autore satirico, cattivo da fumetto, social media strategist/manager, communication expert e modello. Da curriculum accademico sarebbe critico letterario e teatrale ma si vergogna a dirlo. Ama il cinema d’azione indocinese e il progressive rock del nord-est europa. Tendenzialmente affronta i suoi problemi con il binge watching e il sarcasmo. Sa come si scrive una È maiuscola con l'accento e non con l'apostrofo usando le combinazioni ASCII. È fortemente convinto che una cosa si possa pubblicizzare e vendere anche se non esiste realmente e che un giorno le botnet sui social svilupperanno una coscienza propria e conquisteranno il mondo.

Leave a Reply