0


Dopo aver delineato per la prima volta le sue nuove metriche ‘Core Web Vitals’ già a maggio, Google ha ora confermato che questi elementi influenzeranno i posizionamenti di ricerca a partire da maggio 2021, aggiungendo nuove considerazioni per il vostro approccio SEO. Come spiegato da Google: “Oggi annunciamo che i segnali di esperienza della pagina in classifica saranno lanciati nel maggio 2021. I nuovi segnali di Page Experience combinano i Core Web Vitals con i nostri segnali di ricerca esistenti, tra cui la facilità d’uso del cellulare, la navigazione sicura, la sicurezza HTTPS e le intrusive intersitial”

Core Web Vitals
  • Save

In altre parole, dovrai tenere conto di questi nuovi elementi per massimizzare il tuo ranking di ricerca e mantenere la tua pagina tra i primi risultati.

Cosa sono i “Core Web Vitals” di Google? I tre elementi da considerare sono:

Largest Contentful Paint (LCP)

– Questo elemento misura le prestazioni di caricamento e la velocità con cui gli elementi visivi chiave delle vostre pagine diventano disponibili per l’utente dopo aver cliccato. Google dice che per fornire una buona esperienza utente, i siti dovrebbero sforzarsi di far sì che la LCP si verifichi entro i primi 2,5 secondi della pagina che inizia a caricare. Potete testare la vostra pagina web LCP con gli strumenti elencati in questo post

Primo Input Delay (FID)

– Simile a LCP, FID misura quanto tempo ci vuole perché la pagina diventi interattiva, in modo che gli utenti possano cliccare e cercare. Google dice che i siti web dovrebbero sforzarsi di avere un FID inferiore a 100 millisecondi. È possibile misurare FID con gli strumenti descritti in questo post

Cumulative Layout Shift (CLS)

– Questo elemento misura la stabilità visiva. Per esempio, siete mai andati a toccare qualcosa su una pagina e poi si è improvvisamente spostato o spostato subito dopo, e avete accidentalmente cliccato su qualcos’altro, portandovi alla destinazione sbagliata? Questo è ciò che sembra misurare, con una scarsa stabilità che porta a una posizione più bassa.

Ci sono vari modi per testare ognuno di questi elementi (più note e strumenti qui), e per la maggior parte delle pagine web, è probabile che siano già sulla buona strada per la maggior parte degli elementi, soprattutto se il vostro sito è costruito su WordPress o simili, che hanno limiti prestabiliti su ciò che si può includere. Ma se avete costruito il vostro sito da zero, ed è pesante in termini di grafica, video, ecc, potrebbe essere necessario rivalutarlo.

Google ha anche in programma di testare nuovi modi per mostrare come le pagine si allineano a questi nuovi segnali tramite indicatori visivi nei risultati di ricerca. “Per prepararci a questi cambiamenti, abbiamo rilasciato una serie di strumenti che gli editori possono utilizzare per iniziare a migliorare la loro esperienza di pagina. Il primo passo è quello di fare un audit delle vostre pagine in tutto il sito per vedere dove c’è spazio per migliorare. Il rapporto di Search Console per i Core Web Vitals vi offre una panoramica di come il vostro sito sta andando e un approfondimento dei problemi.

Una volta identificate le opportunità, Page Speed Insights e Lighthouse possono aiutarvi a risolvere qualsiasi problema che avete scoperto” Avete ancora qualche mese, ma potrebbe valere la pena di dare una spintarella al vostro sviluppatore web per verificare questi elementi, e assicurarsi di essere sulla strada giusta.

 

Leggi di più su Social Media Today

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link