fbpx
0

Facebook ha eliminato quasi 800 gruppi associati al gruppo complottista di estrema destra QAnon mercoledì, così come più di 1.500 annunci pubblicitari e 100 pagine legate al gruppo in una mossa per limitare gli “atti violenti”.

In un post sul blog Facebook ha detto che l’azione fa parte di una più ampia misura politica “Pericolosi individui e organizzazioni” per rimuovere e limitare i contenuti che hanno portato alla violenza nel mondo reale. La policy avrà anche un impatto sui gruppi di milizia e sulle organizzazioni di protesta politica come Antifa.

“Anche se permetteremo alle persone di pubblicare contenuti che supportino questi movimenti e gruppi, a patto che non violino le nostre politiche sui contenuti, limiteremo la loro capacità di organizzarsi sulla nostra piattaforma”, ha detto l’azienda.

I sostenitori di QAnon credono in una cospirazione di “stato profondo” ampiamente smentita, secondo cui il presidente Donald Trump sta lavorando per sradicare la pedofilia e il satanismo in tutta Washington D.C. I teorici della cospirazione si sono recentemente agganciati alla crisi della sanità pubblica di COVID-19, chiamandola “arma biologica”.

Le teorie di QAnon hanno colpito il mainstream dopo la polemica su #Pizzagate, in cui un uomo ha portato una pistola in una pizzeria, sostenendo che avrebbe trovato vittime di abusi su minori. Il gruppo è stato anche collegato ad altre decine di altri incidenti violenti che derivano da teorie infondate condivise su gruppi privati di Facebook e bacheche.

Facebook ha preso provvedimenti contro QAnon all’inizio di questo mese, quando ha abbattuto un gruppo influente con più di 200.000 membri, ma la mossa di mercoledì è forse la più sostanziale del gigante dei social media…

Leggi di più su: www.digitaltrends.com

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link