0


 

Nascondere il testo agli utenti e mostrarlo solo ai motori di ricerca è una vecchia tecnica di spam.

Oggi esistono modi approvati da Google per nascondere i contenuti.

Più che mai, ci sono validi motivi per nascondere i contenuti in modo da seguire le linee guida di Google.

Il vantaggio del SEO può portare a un migliore coinvolgimento degli utenti, a una maggiore popolarità e a un aumento delle pagine strisciate.

Cos’è il testo nascosto?

Il testo nascosto è generalmente considerato una tecnica di spam fin dai primi tempi dei motori di ricerca.

I motori di ricerca si affidavano allora a semplici algoritmi di corrispondenza del testo.

Così un sito potrebbe pubblicare contenuti per un visitatore del sito, e testo nascosto per i motori di ricerca.

Il testo nascosto destinato ai motori di ricerca è stato progettato per il posizionamento – a volte consisteva in parole chiave ripetute.

E questo ha permesso agli spammer di creare lunghi saggi per i motori di ricerca.

I consumatori, d’altra parte, hanno ricevuto una pagina web ottimizzata per la conversione che normalmente non si trova nei motori di ricerca.

Lo scopo è quello di mostrare agli utenti contenuti che li incoraggiano a cliccare su un link di affiliazione e ad acquistare qualcosa.

L’altro obiettivo della tattica era quello di mostrare ai motori di ricerca contenuti progettati per aiutare la pagina web a classificarsi meglio.

Ora c’è un modo etico di nascondere il testo e il contenuto delle immagini.

Ed è importante capire come fare questo per i layout web mobile.

Il testo di Spammy Way era nascosto

C’erano molti modi per nascondere il testo.

Un modo comune era quello di utilizzare un font di colore bianco su sfondo bianco e poi mettere quel font in fondo a una pagina web.

Alcuni spammer hanno anche creato pagine web che posizionavano i contenuti all’estrema destra, fuori dallo schermo.

Questo rendeva il contenuto non visibile ai visitatori del sito che avrebbero dovuto scorrere verso destra per vederlo.

Un’altra tecnica era quella di posizionare un’immagine sul testo nascosto.

Uno dei schemi più sofisticati per il testo nascosto era l’uso di una tecnica chiamata occultamento.

Il cloaking consiste nell’identificare i motori di ricerca e nel mostrare loro contenuti diversi.

La parola occultamento che viene usata per descrivere questa tecnica di occultamento dei contenuti può provenire dalla fantascienza, dove un dispositivo di occultamento era una macchina che nascondeva una persona o una nave spaziale.

Allo stesso modo, il content cloaking ha permesso allo spammer dei motori di ricerca di mostrare una pagina di contenuto a un motore di ricerca e di nasconderla ai visitatori del sito.

Il cloaking è stato generalmente ottenuto utilizzando JavaScript e lo sniffing dell’interprete.

In sostanza, uno script che determina se un visitatore del sito è un motore di ricerca o meno.

Se lo script identificasse il visitatore come motore di ricerca, servirebbe una pagina diversa.

Quella pagina è generalmente una parola chiave ottimizzata per il posizionamento, ma non per gli utenti.

Praticamente nessuna posizione nel codice HTML è stata trascurata come luogo per nascondere il testo.

Il testo nascosto può essere trovato in nell’attributo alt delle immagine e anche con caratteri di dimensioni infinitesimali in fondo a una pagina web.

Il testo può anche essere nascosto all’interno di tag di commento che i motori di ricerca sono noti per trascurare e non per indicizzare[…]

 

Leggi di più su Search Engine Journal

Annunci

Leave a Reply

×

Benvenuto!

Ciao. Clicca sull'icona dell'operatore per aprire una chat.

×
Share via
Copy link